Italia, Mancini: “Girone non semplice come sento dire. Gruppo delineato”

Italia, Mancini: “Girone non semplice come sento dire. Gruppo delineato”

Ospite di “Radio Anch’Io Lo Sport”, trasmissione di RadioRai, il ct della Nazionale Roberto Mancini ha parlato del sorteggio di Euro2020 e non solo

di Alessio Roccio, @Roccio92

ITALIA – Ospite di “Radio Anch’Io Lo Sport”, trasmissione di RadioRai, il ct della Nazionale Roberto Mancini ha parlato del sorteggio di Euro2020 e non solo. “Non credo che il gruppo sarà così semplice come sento dire. Però possiamo essere ottimisti. Sono tre squadre non così semplici da affrontare perché se perdono contro di noi non sarebbe un problema. La Svizzera è una squadra fastidiosa, conosce bene il nostro campionato, il Galles ha 2-3 elementi di alto livello, mentre la Turchia ha tanti giovani interessanti”.

Convocati a sorpresa? “Il gruppo è delineato oramai. Poi se in questi sei mesi dovesse uscire qualche giovane straordinario vedremo. Se uscisse il Paolo Rossi di turno o il Totò Schillaci ma mi pare complicato. Il gruppo è abbastanza delineato”.

Italia ’90 come punto di riferimento? “C’era un clima straordinario e sarà fondamentale per noi avere quel tipo di supporto attorno. Non sarà semplice vincere tutte le partite nel girone eliminatorio anche se non hai rivali di prima fascia. Qualche intoppo c’è sempre e il supporto dell’ambiente sarà decisivo”.

Immobile o Belotti titolare in attacco? “E’ presto, dovremo vedere anche le condizioni in cui arriveranno all’Europeo. Vedremo al momento”.

La volata scudetto? “Credo sia ancora presto. L’Inter sta facendo benissimo, si merita di essere in cima. Dispiace che non ci siano in lotta anche Napoli, Roma, Milan e Lazio. Sarebbe stato tutto molto più avvincente”. Intanto, ecco le pagelle della Gazzetta di Parma-Milan>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy