Virdis: “Fate un monumento a Ibra. Pioli-Rangnick, ecco cosa penso”

L’intervista al grande Pietro Paolo Virdis, ex attaccante del Milan, tra i bomber più prolifici della storia. Le dichiarazioni sul canale Youtube di Longoni

di Giacomo Giuffrida, @GG_Giuffrida
Pietro Paolo Virdis Milan

NEWS MILAN – Le dichiarazioni di Pietro Paolo Virdis, storico attaccante del Milan a metà degli anni ’80, rilasciate nel corso della diretta Youtube con il collega Andrea Longoni. L’ex bomber rossonero ha parlato nello specifico di numerosi argomenti riguardanti il Milan attuale e non solo.

Su Pioli e Rangnick: “Pioli ha fatto un buon lavoro, ma su Rangnick non so nulla. Io sono prima per i giocatori. Speriamo di confermare quelli buoni, anche se non sono una marea“.

Su Arrigo Sacchi: “Con lui non si scherzava, era un vero e proprio maestro. Lui ha portato delle novità. Si facevano dei lavori ataltici nella norma, ma era il lavoro tecnico-tattico che era diverso. Si lavorava in spazi stretti e per settori: c’erano sercizi per ogni ruolo, e poi si faceva la partitella tattica”.

Su Ante Rebic e Rafael Leao: “Quello che mi ha stupito molto è Rebic: è cresciuto tanto ed è diventato una piacevole scoperto. Su Leao non riesco a capirne bene il ruolo”.

Su Zlatan Ibrahimovic: “Io a Ibra gli farei un monumento. Nonostante i 38 anni è uno dei pochi giocatori in circolazione con grande carisma e grandi capacità”. E il futuro? Il Milan ci pensa e guarda al calciomercato: ecco gli obiettivi >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy