Sacchi: “Milan, con Rangnick e Nagelsmann svolta coraggiosa”

MILAN NEWS – Arrigo Sacchi, ex allenatore rossonero dal 1987 al 1991 e, successivamente, nel 1997, ha commentato l’ennesima rivoluzione in arrivo al Milan

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Arrigo Sacchi

MILAN NEWSArrigo Sacchi, ex allenatore rossonero dal 1987 al 1991 e, successivamente, nel 1997, ha commentato l’ennesima rivoluzione in arrivo al Milan sulle colonne de ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola. Queste le dichiarazioni di Sacchi:

Sul possibile approdo di Ralf Rangnick e Julian Nagelsmann in rossonero: “Si fanno i nomi di Rangnick come direttore tecnico e di Nagelsmann come allenatore: due nomi prestigiosi ma che poco conoscono le insidie del nostro campionato. Una svolta coraggiosa. È vero che il rischio è la base di ogni avventura innovativa: senza si cade nella routine. Quindi è un’idea interessante che però necessita di competenza e pazienza”.

Su cosa deve voler dire giocare nel Milan: “Per il club e i tecnici sarà fondamentale dare un senso di appartenenza e orgoglio a tutti i calciatori. Devono essere onorati di giocare nel Milan: uno dei club più vittoriosi e prestigiosi del mondo. È richiesto loro di dare tutto con professionalità e riconoscenza. Una grande squadra è figlia di un grande club. Il Milan con la sua storia, le sue vittorie e i milioni di tifosi parte già da una superiorità morale”.

Sui valori del Milan di una volta: “Il club con le sue regole, il suo stile, le sue visioni viene prima della squadra, come questa viene prima di qualsiasi singolo. Inoltre il Milan dei tempi d’oro possedeva un valore fondamentale: l’emozione con la quale viveva il calcio, ogni singolo allenamento e ogni partita. I valori etici erano al primo posto”. QUESTE LE ULTIME NEWS DI MERCATO SU CAPITAN ALESSIO ROMAGNOLI >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy