Rafael Leao: “La chiamata del Milan? Non ci credevo. Su Ibrahimovic…”

L’attaccante del Milan Rafael Leao, ai microfoni di ‘Calcio 2000’, ha parlato dei primi mesi trascorsi in rossonero ma anche di Zlatan Ibrahimovic

di Renato Panno, @PannoRenato
Rafael Leao Milan

ULTIME NEWS MILAN – L’attaccante del Milan Rafael Leao si è raccontato alla rivista ‘Calcio 2000’. Ecco cosa ha detto sui primi mesi passati in rossonero:

Sulla chiamata del Milan: “Onestamente, all’inizio non ci ho creduto. Poi però, quando ho parlato con Maldini, una leggenda rossonera e del calcio mondiale, che ha vinto tantissimi titoli, ero felicissimo. Incredibile aver ricevuto la chiamata del Milan, è stato un altro di quei momenti che non scorderò mai”.

Su come si trova al Milan: “Benissimo. Sono orgoglioso di far parte di questa squadra e di poter giocare con questi colori. Sono felice e grato al Milan che ha puntato su di me”.

Sui compagni che lo hanno aiutato di più: “In tanti mi sono stati vicini. Mi sono trovato bene con Bennacer, Paquetà, Kessiè e Calhanoglu che mi hanno aiutato e mi aiutato tutt’ora. Poi, sicuramente, anche Ibrahimovic. Da quando è arrivato, mi dà preziosi consigli”.

Sulla paura che può incutere uno come Ibrahimovic: “No, io non lo vedo in questa maniera. So perfettamente che mi vuole aiutare a crescere e migliorare. Sono sicuro che, ascoltando i suoi consigli, farò sempre meglio. Potermi allenare con lui tutti i giorni è un grande vantaggio”.

Oggi ha parlato Alessio Romagnoli ai microfoni di Milan Tv: ecco le sue dichiarazioni, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy