Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

NUOVO STADIO

Nuovo Stadio, Scaroni: “I nostalgici di San Siro cambieranno idea”

Paolo Scaroni (presidente AC Milan) ha parlato del nuovo stadio (credits: Getty images)

Paul Scaroni, presidente del Milan, ha rilasciato un'intervista che riguarda la prossima costruzione del Nuovo Stadio. Le dichiarazioni

Renato Panno

Paul Scaroni, presidente del Milan, ha rilasciato un'intervista che riguarda la prossima costruzione del Nuovo Stadio. Le dichiarazioni ai microfoni del 'Corriere di Milano':"Dopo tre anni di duro lavoro siamo approdati a una soluzione che il Comune e in particolare il sindaco ha fatto sua. È un punto di caduta che ci è costato, ma che riteniamo ragionevole vista l’urgenza che abbiamo di avere un nuovo stadio per le nostre squadre. Il referendum è un tema che riguarda l’amministrazione. Per noi il discorso è molto semplice".

"Se Milan e Inter vogliono competere in Europa con squadre che incassano tre volte quello che incassiamo noi, il nuovo stadio è un’esigenza primaria. Ma a questo punto non ci poniamo più il problema perché riteniamo che la decisione sia stata presa. Di fronte a un rifiuto avremmo ragionato su soluzioni diverse . Per noi è fondamentale avere una certezza sui tempi. Più passano gli anni e più i nostri club diventano meno competitivi. Dobbiamo avere la certezza di poter fare i lavori entro una determinata data".

Sull'importanza del Nuovo Stadio: "Per noi l’impianto è così importante che se non avessimo avuto questa possibilità saremo andati a fare lo stadio fuori Milano. Il nuovo stadio è una necessità vitale. San Siro è iconico perché ci sono Milan e Inter. L’essere iconico deriva dalla presenza di due grandi squadre e non perché sia bellissimo o unico al mondo. L’iconicità continuerà nel nuovo stadio. Ristrutturarlo? Non avrebbe garantito né la capienza necessaria e si scendeva sotto i 60 mila posti, né l’aumento dei ricavi grazie alle zone di accoglienza. Stiamo rivedendo i due progetti per vedere che cosa vuol dire vestigia: potrebbe essere una torre, un pezzo di curva...lo stiamo guardando".

Sui prezzi dei biglietti: "I posti corporate vengono venduti alle aziende e non ai tifosi che continueranno ad avere i biglietti a prezzi popolari. Ricordo che l’Arsenal ha 8 mila posti corporate e 52 mila posti per i tifosi. Gli 8 mila corporate generano ricavi equivalenti ai 52mila posti".

Un messaggio per i comitati e i critici: "Vogliamo dare a Milano il più bel stadio d’Europa e forse del mondo. Non capisco perché non dovrebbe essere accettato da tutti. Sono convinto che quando si vedrà il nuovo stadio anche i nostalgici e i romantici avranno modo di cambiare idea". Ancora la Ligue 1 nei pensieri del Milan: nuovo difensore dalla Francia?

tutte le notizie di