Inter, Zhang: “Porte chiuse la cosa più giusta”. E dona 100mila euro al Sacco

Il presidente dell’Inter Steven Zhang, in un’intervista alla BBC, ha commentato il delicato momento che stanno attraversando l’Italia e molti altri paesi

di Alessio Roccio, @Roccio92
Steven Zhang Inter

ULTIME NEWS – Il presidente dell’Inter Steven Zhang, in un’intervista alla BBC, ha commentato il delicato momento che stanno attraversando l’Italia e molti altri paesi. Una situazione che ha ripercussioni inevitabili anche sul campionato di calcio. Zhang spiega: “La salute pubblica deve essere messa al primo posto. Come Inter, quindi come club di calcio con milioni di tifosi al mondo, abbiamo la responsabilità e il dovere di dare l’esempio, applicando tutte le misure precauzionali in maniera corretta”.

“Giocare a porte chiuse è la cosa giusta da fare, è la scelta corretta affinché la gente non corra rischi. Giocare un match senza tifosi è difficile sotto molti punti di vista e non piace a nessuno, ma è necessario andare avanti con il calendario e con tutte le attività, privilegiando la salute pubblica sopra ogni cosa. Al momento è l’unica opzione percorribile”.

“Come presidente di una squadra di calcio e come manager di una organizzazione coinvolta in questi eventi, non potevo accettare una proposta che avrebbe messo a repentaglio la salute delle persone. Non è importante di che partita si trattasse, non è importante che si rimandasse di 24 o 48 ore: sapevamo che la situazione non si sarebbe risolta in un lasso di tempo così breve. Ho fatto ciò che era giusto fare dal punto di vista morale, anche se dire no è complicato. Abbiamo fatto la scelta giusta e ora tutti se ne stanno accorgendo”.

“A stagione in corso è difficile tracciare un bilancio, ci sono momenti positivi e altri negativi. È normale, è ciò che appassiona i tifosi. Rispetto al passato stiamo facendo grossi passi in avanti, il nostro allenatore e la nostra squadra stanno facendo un lavoro enorme, è sotto gli occhi di tutti. I nostri tifosi e anche i nostri avversari si sono accorti che il nostro club sta crescendo ed è sempre più forte. Non sono preoccupato del fatto che le partite a porte chiuse possano influenzare le prestazioni della squadra. L’unica cosa che mi preoccupa è la salute pubblica e preservare le persone dai possibili rischi che si corrono partecipando a eventi sportivi con tanti spettatori”.

“È importante che la gente non si faccia prendere dal panico, bisogna seguire le azioni consigliate, come quella di lavarsi le mani. Solo così ci lasceremo alle spalle tutto quello che sta succedendo”.

Inoltre, il presidente dei nerazzurri ha donato ben 100mila euro all’ospedale Sacco di Milano. Questo il comunicato: “FC Internazionale Milano e Steven Zhang annunciano la donazione di 100.000 euro a favore del Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche “L. Sacco” di Milano, diretto dal Prof. Massimo Galli. La donazione, nelle intenzioni dell’Inter e del suo Presidente, è funzionale a sostenere le attività di ricerca, fiore all’occhiello del Dipartimento, struttura di eccellenza che si è distinta per aver identificato i primi 3 genomi completi ottenuti dagli isolati italiani di SARS-CoV-2 circolanti in Lombardia”.

Intanto, la Curva Sud Milano ha fatto un duro comunicato in merito alle vicende dirigenziali che stanno tenendo banco in questi giorni: continua a leggere>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy