Borini: “Verona mi ha ridato stimoli. Al Milan parlavo spesso con Gabbia”

L’ex esterno del Milan Fabio Borini, oggi all’Hellas Verona, si racconta alla Gazzetta dello Sport in questo momento di emergenza

di Alessio Roccio, @Roccio92
Fabio Borini Hellas Verona

ULTIME NEWS – L’ex esterno del Milan Fabio Borini, oggi all’Hellas Verona, si racconta alla Gazzetta dello Sport in questo momento di emergenza legato al Coronavirus. L’ex rossonero oggi vive da solo a Verona, con la moglie e la figlia Stella che sono in Inghilterra.

“Mi manca il contatto fisico. Mia figlia ha 7 mesi e sta iniziando a fare delle prime esperienze che mi sto perdendo. Certo, la videochiamata.. ma il contatto fisico è un’altra cosa – racconta Borini -. Dobbiamo tutti rispettare le regole. Zaccagni? Sapevo che sarebbe potuto accadere anche a qualcuno di noi, ma siamo sportivo, di giovane età e in forza. Sono dispiaciuto per chi è risultato positivo ed è rimasto isolato moralmente”.

Sul suo trasferimento al Verona: “Con Juric ci siamo riconosciuti nella stessa fame, nessuno ci ha regalato niente. Mi reputo felice perché ho sempre preso le decisioni senza subirle. La necessità di avere stimoli è fondamentale, capisco quando è necessario rompere una stabilità per cercarne una nuova. Io riferimento per i miei compagni? Al Milan parlavo spesso con Gabbia, mi confrontavo con lui sul piano umano cercando di ascoltarlo e sostenerlo. A mia volta in carriera ho legato con chi faceva altrettanto con me”. Queste, invece, le dichiarazioni di Mauro Tassotti, scettico sul futuro del Milan>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy