Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

INTERVISTE

Albertosi: “Donnarumma si è comportato male con il Milan. Ma i fischi …”

L'intervista di Enrico Albertosi (ex portiere AC Milan) a 'La Gazzetta dello Sport' su Gianluigi Donnarumma | Milan News (Getty Images)

Enrico Albertosi, ex portiere del Milan, ha parlato di Gianluigi Donnarumma e di quanto successo al classe 1999 durante Italia-Spagna

Daniele Triolo

Enrico Albertosi, ex portiere del Milan, ha parlato a 'La Gazzetta dello Sport' di Gianluigi Donnarumma e di quanto successo al classe 1999 durante Italia-Spagna 1-2 di Nations League. Ovvero dei fischi piovuti sul portiere azzurro a 'San Siro', dove tornava a giocare per la prima volta dopo il suo addio a parametro zero al Milan. Queste le dichiarazioni di Albertosi.

Albertosi sui fischi a Donnarumma: "Non si è comportato bene, ma ciò non giustifica i tifosi".

Albertosi sullo stato d'animo di Donnarumma durante la partita: "Non era tranquillo e lo si è visto quando gli è sfuggito il tiro di Marcos Alonso. Anche se vuoi far vedere che ti scivola tutto addosso, i fischi fanno male".

Albertosi sui fischi ricevuti da lui in carriera: "Nel 1966 fummo eliminati al Mondiale dalla Corea del Nord, così alla ripresa del campionato ci massacrarono. Per un po' stiamo stati fischiati in ogni stadio d'Italia. Io me ne sono sempre fregato, ma non giochi tranquillo".

Albertosi sul caso di Donnarumma: "Resta un cuore ingrato. Non si è comportato bene con il Milan e con i tifosi. La società gli ha dato tutto, lui ha sempre fatto pensare che non sarebbe mai andato via. Ha baciato più volte la maglia. Se avesse detto 'voglio sentire in una squadra più forte' allora ok. Ma ha preferito andare in scadenza. Però i fischi restano una brutta immagine. La Nazionale è la squadra di tutti. Va sostenuta a prescindere".

Albertosi sulla scelta di Donnarumma di andare al PSG: "Non so, forse è stata una scelta economica. Io lo vedevo al Milan fino ai 40 anni e passa, come Gianluigi Buffon alla Juventus. In rossonero sarebbe potuto diventare un secondo Gianni Rivera, ma il calcio di oggi è fatto da professionisti che si prestano a chi offre di più. Ai miei tempi il destino era in mano alla società, ora i procuratori hanno potere. Ripeto, non avrei fischiato Gigio, ma poteva comportarsi in un altro modo verso il Milan. E comunque al PSG Keylor Navas non è l'ultimo arrivato: non sarà facile per Donnarumma".

Albertosi sul sostituto di Donnarumma: "Mi piace molto Mike Maignan: non ha nulla da invidiare a Gigio". Milan, duello di mercato con Juve e Roma per il nuovo Hakimi. Le ultime >>>

tutte le notizie di