Giampaolo a DAZN: “Abbiamo fatto bene, ma c’è tanto da fare”

Giampaolo a DAZN: “Abbiamo fatto bene, ma c’è tanto da fare”

Dopo ill match tra Milan e Brescia, la prima stagionale del Diavolo a San Siro, ecco le dichiarazioni del tecnico dei rossoneri, Giampaolo.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – Ecco le parole del tecnico dei rossoneri, Marco Giampaolo, ai microfoni di Sky, al termine della gara tra Milan e Brescia a San Siro: “Scusate il ritardo, di solito faccio la doccia dopo la partita. Ogni partita è diversa e scelgo di conseguenza. Non ho scelto solo André Silva, ma anche Bennacer, Kessie… Il Milan dispone di una rosa forte e per ogni partita si può scegliere. Andrè non so se andrà via, ma sono professionisti e finchè sono a disposizione e se ritengo di farli giocare lo faccio. Abbiamo tanto lavoro da fare, a tratti abbiamo fatto buone cose, meno quando abbiamo perso il controllo, anche se non abbiamo rischiato nulla. Eravamo un po’ sfilacciati. C’è lavoro da fare, l’idea di fare certe cose la squadra ce l’ha. C’è bisogno di lavorare insieme e finora l’abbiamo fatto solo parzialmente. Paquetà nel mio modo di vedere le cose può essere una grandissima mezzala. Deve essere meno brasiliano: più concreto e meno a effetto. Può fare la mezzala ordinata. Negli ultimi minuti l’ho dirottato sulla trequarti perchè avevo bisogno di forza e di tenere palla, può farlo, ma lì voglio un giocatore che abbia caratteristiche da attaccante e il fiuto da attaccante. Poi ci sono partite in cui si può giocare con caratteristiche diverse e in questo caso va bene Paquetà. Non volevo spronare nessuno, Piatek e Andrè Silva hanno caratteristiche diverse, oggi pensavo fosse più utile Andrè. So che Piatek è importantissimo e il fatto che non abbia giocato non significa nulla. Può capitare che uno non giochi, magari ho visto uno meglio… Siamo ancora in un momento di rodaggio, sia fisicamente che nel collettivo. Dobbiamo lavorare meglio e conoscerci. Dobbiamo essere squadra. Quando le squadre si sono allungate abbiamo avuto le migliori occasioni. Dobbiamo essere sempre nella partita, anche se non siamo al meglio. Piatek e Andrè Silva insieme potrebbe capitare. Il coraggio ci vuole sempre, altrimenti perdi in partenza. Le scelte sono anche un segnale alla squadra. Siamo tutti importanti. Più calciatori di qualità abbiamo più siamo forti, questo sì…”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy