ESCLUSIVA – L’avv. Rotondi: “Ecco la verità sulla causa Boban-Gazidis”

ESCLUSIVA – L’avv. Rotondi: “Ecco la verità sulla causa Boban-Gazidis”

La nostra redazione ha contattato Francesco Rotondi, avvocato e socio fondatore dello studio legale LabLaw, che ci ha parlato del licenziamento di Boban

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Guerra aperta Boban vs Gazidis

NEWS MILAN – Come è normale che sia, tutti i riflettori in questo momento sono puntati sull’emergenza coronavirus (altri quattro giocatori della Sampdoria contagiati oltre Gabbiadini), ma in casa Milan tiene banco anche il licenziamento di Zvonimir Boban, avvenuto la settimana scorsa.

Sui media si parla di una possibile causa tra il dirigente croato e il Milan di Gazidis dopo la decisione presa dal fondo Elliott. Per fare chiarezza, abbiamo intervistato in esclusiva Francesco Rotondi, avvocato di spessore e socio fondatore dello studio legale LabLawRotondi, uno dei maggiori esperti in Italia di diritto del lavoro, ha assistito Fassone nella causa che il dirigente ha affrontato contro il Milan per il suo licenziamento nel luglio 2018.

Avvocato Rotondi, che commento ci può fare dal punto di vista giuridico sul licenziamento di Zvonimir Boban? I media parlano di giusta causa.

“Dal comunicato del Milan non traspare la risoluzione del contratto per giusta causa, anzi mi pare che i ringraziamenti per l’operato siano in contraddizione con tale ipotesi. L’ipotesi di una risoluzione del contratto fondata sulla intervista contenente alcune dichiarazioni non concordate non possiamo definirla giusta o sbagliata; occorre interrogarsi da un punto di vista giuridico se integra o meno i requisiti della giusta causa, che è cosa ben diversa”.

A tal proposito, quando si configura un licenziamento per giusta causa?

“La giusta causa si concretizza quando viene meno il vincolo fiduciario tra datore e lavoratore a causa di atti o comportamenti dell’uno o dell’altro. Una norma “aperta” poichè la si può riempire di contenuti che però devono poi passare il vaglio di legittimità da parte dell’autorità competente. Non credo che una “mera intervista non concordata” possa fondare un licenziamento per giusta causa…..ci sarà dell’altro immagino!”

Vede qualche analogia tra questa causa e quella relativa al licenziamento di Fassone?

Se il motivo del licenziamento è relativo alla sola intervista, le analogie con il caso da me seguito sono certamente evidenti, ma è un giudizio che non posso dare con fondamento non conoscendo i dettagli della vicenda”. Intanto novità molto importanti sul futuro di Donnarumma. Le ultime.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy