ESCLUSIVA – Foggia: “Ibra campione indiscusso, darà tanto al Milan. Nel 2006 scelsi la Lazio per giocare con continuità”

L’ex centrocampista Pasquale Foggia ha parlato dei temi caldi della sfida di sabato prossimo tra Cagliari e Milan in esclusiva per PianetaMilan.it

di Peppe Gallozzi

ULTIME MILAN Cagliari-Milan, in programma sabato alle ore 15, è sfida importante per molteplici fattori. Su tutti quello dell’Europa sognata dai rossoblu, inseguita disperatamente dai rossoneri. Per approfondire i tanti temi caldi del match abbiamo ascoltato, in esclusiva per PianetaMilan.it, le parole dell’ex giocatore Pasquale Foggia. L’ex trequartista napoletano, oggi direttore sportivo del Benevento, è cresciuto nel settore giovanile rossonero, trascorrendo a Milanello anche tutta l’estate del 2006 (quella del preliminare con la Stella Rossa, primo atto di un cammino che terminò con la vittoria di Atene contro il Liverpool che valse la settima Champions League del Milan). Nel 2007-2008, invece, ha indossato i colori del Cagliari raggiungendo anche la Nazionale guidata da Roberto Donadoni.

Guardando Cagliari – Milan, sabato pomeriggio, cosa le verrà in mente?

“Due squadre dove sono stato. Con il Milan ho vissuto un paio di anni di settore giovanile e qualche ritiro con la prima squadra, tra cui il preliminare di Champions League con la Stella Rossa nel 2006. A Cagliari fu un anno importante che mi permise di raggiungere la nazionale italiana”.

Cos’ha portato l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic ai rossoneri?

“Ibra ha portato con sè una bella ventata di entusiasmo per tutto l’ambiente, interno ed esterno. E’ un grandissimo giocatore e farà ancora tanto per il Milan. Nonostante l’età è un campione indiscusso”.

La sconfitta con la Juventus ridimensiona le ambizioni del Cagliari a suo parere? 

“I rossoblu hanno perso contro la squadra più forte del campionato e tra le più forti in Europa. Non è un dramma. Sono sicuro che il Cagliari fino alla fine del campionato potrà lottare per traguardi importanti”.

C’è stata la possibilità, per lei, di indossare definitivamente la maglia del Milan nella sua carriera?

“Dopo il preliminare di Champions League nel 2006 andai via. Vestire la maglia del Milan in quella stagione era difficilissimo e io avevo bisogno di giocare. Ero giovane, cercavo continuità. Mi capitò la possibilità di andare alla Lazio e la colsi al volo”

Chi è oggi Pasquale Foggia?

“Un giovane direttore sportivo che spera di poter fare tanto sotto questa nuova veste…”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy