Dugarry fuori dal coro: “Totti non è una leggenda, ecco perché”

Dugarry fuori dal coro: “Totti non è una leggenda, ecco perché”

L’ex attaccante del Milan, Cristophe Dugarry, è tornato sull’addio alla Roma di Totti dando la sua particolare opinione sulla carriera del Pupone

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

Intervenuto durante la trasmissione Team Duga di Radio Montecarlo, l’ex bomber (?) del Milan, Cristophe Dugarry, ha commentato così l’addio di Francesco Totti alla Roma, prendendo una posizione letteralmente fuori dal coro.

Ecco le sue parole: “Totti non posso metterlo nelle leggende. Se fosse stato un giocatore così forte, la Roma non avrebbe vinto un solo titolo. Una leggenda fa vincere molto di più. Per me è un grande giocatore di club. E’ una storia romantica. Quando ha cominciato a giocare, era un ragazzino, lo chiamavano il Pupone. Diventi grande e tutta la tua vita è scandita da lui, se sei un tifoso della Roma. Per un tifoso è straordinario, per la storia del club pure. Ma anche se ha segnato tantissimi gol, non posso metterlo tra i grandissimi giocatori. Pure se è stato campione del mondo nel 2006, non ha mai giocato tanto. Come per molti giocatori o tecnici, si dice che devono andarsene per vedere cosa realizzano. Perché lui non è mai partito? Perché non voleva lasciare Roma o perché non ha mai ricevuto una proposta interessante?”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy