DAINO: “Milan? Ai miei tempi questi giocatori avrebbero fatto panchina”

Daino ha rilasciato un’intervista a Calcio2000, in cui parla anche di Milan

di Gianluca Raspatelli

Daniele Daino ha rilasciato una lunga e interessante intervista a Calcio2000, in cui ha parlato ampiamente del Milan.

Il ricordo degli inizi, con l’arrivo al Milan: “Ho ricordi molto belli, è stato un percorso molto impegnativo perché sono uscito di casa volutamente a 11 anni; all’epoca per i fuori regione non c’erano limiti d’età, se eri bravo potevi essere comprato da squadre professionistiche. Per primo mi voleva il Torino, avevo provato all’Inter, alla Juve doveva ancora nascere il settore giovanile e il Milan è stato il più convincente, erano i primi anni di Berlusconi e gli investimenti erano importanti, assieme a me c’erano Maccarone e Miccoli, giocatori di spessore. È stato molto bello ma faticoso, dato che per cinque anni rimasi in collegio a Lodi fino a quando non mi trasferii stabilmente a Milanello a 16 anni”.

Poi il ricordo dell’esordio: “Mi allenavo già da tempo con la prima squadra e Tabarez non ci aveva pensato due volte a farmi esordire. È stata una serata molto bella ed emozionante. È un ricordo sempre vivo dentro di me”.

Infine una frecciatina all’attuale Milan: “Sapevo di avere qualità fisiche, tecniche e atletiche importanti per potercela fare, avevo messo nel mirino di giocare nel Milan il prima possibile, era un mio obiettivo e l’ho raggiunto, e mi riempie d’orgoglio esserci riuscito così presto. All’epoca non era facile giocare nel Milan, il contrario di quanto succede oggi: nove undicesimi degli attuali titolari in quel Milan non giocherebbero”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy