Calabria, punto fermo anche con Giampaolo: ma in Nazionale..

Calabria, punto fermo anche con Giampaolo: ma in Nazionale..

Davide Calabria nelle ultime due stagioni ha dimostrato di diventare un punto fermo per il Milan: in Nazionale però viene snobbato..

di Alessio Roccio, @Roccio92

ULTIME MILAN – Se c’è un giocatore che nelle ultime stagioni con la maglia del Milan ha dimostrato un progressivo miglioramento dal punto di vista tecnico e da quello caratteriale è certamente Davide Calabria. Cresciuto nel settore giovanile rossonero, il terzino classe 1996 viene lanciato in Serie A nella stagione 2015-16 da Sinisa Mihajlovic, scendendo in campo da titolare nella finale di Coppa Italia persa contro la Juventus ai supplementari.

Da quel momento Calabria si impossessa di quella fascia senza lasciarla più. Le sue prove sono sempre più convincenti, tanto che l’iniziale e normale scetticismo dovuto allo schieramento in campo di un giovane alle prime armi scema via velocemente. Dopo la stagione 2016-17 in cui non è ancora avanti ad Abate nelle gerarchie di Vincenzo Montella, da quella successiva diventa il titolare a suon di ottime prestazioni e una spinta costante sulla fascia destra.

In tutto ha già raggiunto 87 presenze e all’età di 22 anni si appresta a vivere un’altra stagione importante, nonostante la concorrenza di un motivatissimo Andrea Conti. L’ex laterale dell’Atalanta parte ancora dietro nelle gerarchie, ma mai come quest’anno dovrà dimostrare di essere pronto per una grande squadra, anche perché due anni fa il Milan ha investito 24 milioni più il cartellino di Matteo Pessina per strapparlo ai bergamaschi.

Ciò che sorprende maggiormente è il fatto che Calabria non venga considerato dal ct Roberto Mancini per la Nazionale maggiore. Reduce dalla mancata convocazione all’Europeo U21 a causa dell’infortunio alla tibia della passata stagione, Calabria cerca ora una chiamata con la maglia Azzurra, ma anche negli ultimi match contro Armenia (vinta ieri) e Finlandia non è stato considerato. Nel suo ruolo al momento gli sono stati preferiti Florenzi, Gianluca Mancini (un centrale adattato a destra) e in passato De Sciglio e Zappacosta. Insomma, sulla carta Calabria un’occasione la meriterebbe, ma al momento il commissario tecnico non sembra della stessa idea.. Intanto, ecco quanto ha risparmiato il Milan per gli ingaggi e i cartellini dopo la campagna acquisti>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy