Belotti a Tiki Taka: “Il mio eroe? Shevchenko. Un professionista esemplare”

Belotti a Tiki Taka: “Il mio eroe? Shevchenko. Un professionista esemplare”

Andrea Belotti, capocannoniere della Serie A e bomber del Torino, ha confessato i motivi della sua idolatria per l’ex rossonero Andriy Shevchenko

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Attualmente, Andrea Belotti, centravanti del Torino, è capocannoniere della Serie A italiana (al pari del romanista Edin Džeko), con 25 reti in 30 partite disputate, davanti a fenomeni quali Mauro Icardi (Inter, 24 centri) e Gonzalo Higuaín (Juventus, 23). La passione per il calcio, la voglia di gol, la bramosia di migliorare continuamente, Belotti, le ha manifestate sin dai suoi esordi nel movimento professionistico, spinto dalla volontà di imitare le gesta di quello che, da sempre, è il suo idolo: l’ex rossonero Andriy Shevchenko. Ospite ieri sera negli studi di ‘Mediaset’ per partecipare alla trasmissione sportiva ‘Tiki Taka’, Belotti, soprannominato ‘Il Gallo’ per via della sua esultanza in occasione delle sue prodezze, ha rivelato perché abbia, ancora oggi, così tanta ammirazione per l’ex bomber ucraino, che, con la maglia del Milan, ha messo a segno 175 gol in 322 gare. “Shevchenko era il mio eroe, lo è tuttora. Per me è sempre stato un idolo assoluto: un campione fuori e dentro il campo. E’ un professionista esemplare e mi ha colpito molto la sua capacità di far gol in tutti i modi: mi ha catturato subito”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Dall’Inghilterra – Belotti al Manchester United, ci siamo

Cairo: “Belotti? Nessuna novità”

Il Napoli offre 50 milioni per Belotti, il Torino rifiuta

Tutti pazzi per Belotti: c’è anche il Bayern Monaco

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy