Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN FEMMINILE

Juventus-Milan 5-3: eliminazione dalla Coppa Italia Femminile | PM News

Il Milan Femminile di Maurizio Ganz perde a Vinovo contro la Juventus Women anche la semifinale di ritorno della Coppa Italia Femminile

Daniele Triolo

Saluta la Coppa Italia il Milan Femminile di Maurizio Ganz, che paga a caro prezzo l'1-6 incassato dalla Juventus Women nella semifinale di andata. Saranno le bianconere di Joe Montemurro a giocare la finale della competizione contro la Roma Femminile di Alessandro Spugna. Applausi, però, alla partita disputata dalle Rossonere a Vinovo, che perdono per 3-5 poiché pagano 5' di follia.

Parte meglio la Juventus Women, ma il primo squillo del match è del Milan Femminile. Al 5', infatti, ci prova da fuori area Valentina Bergamaschi: sulla sua conclusione da fuori, però, nessun problema per l'estremo difensore bianconero, Roberta Aprile.

Al 9' le Rossonere di Ganz vanno in vantaggio. Lancio lungo dalle retrovie per l'inserimento di Lindsey Thomas: l'attaccante portoghese si presenta a tu per tu con Aprile e la batte con un delizioso pallonetto. Reagiscono le bianconere di Montemurro: un paio di mischie in area piccola rossonera vengono sventate da Guðný Árnadóttir e Alia Guagni.

Al 30', sull'asse Lisa Boattin-Amanda Nildén, la Juventus Women costruisce un'ottima palla-gol, ma la conclusione della bionda numero 5 termina altissima sulla traversa. Il ritmo del match è basso, le giocatrici di Ganz cercano di spezzettare la manovra bianconera con qualche fallo di troppo, tentando, poi, rapide sortite in contropiede.

Come quella che, al 40', ispira Thomas, abile a bruciare Boattin in ripartenza sulla sinistra: entra in area di rigore, ma il suo suggerimento non trova pronte alla deviazione in porta né Martina PiemonteGreta Adami. La stessa centrocampista rossonera, con Guagni, orchestra nel finale di primo tempo un'azione che non va a buon fine.

La ripresa si apre subito con il raddoppio del Milan Femminile. Al 49' imbucata per Bergamaschi, che brucia Matilde Lundorf, si presenta davanti ad Aprile e la batte con un diagonale di sinistro sul palo più lontano. Replicano immediatamente le bianconere con il gol, in tap-in, di Andrea Stašková dopo una corta respinta di Selena Babb su conclusione ravvicinata di Arianna Caruso.

Emozione finite? Tutt'altro! Al 57' Piemonte, in area di rigore bianconera, serve Bergamaschi che tira di prima intenzione. Aprile respinge la sua prima conclusione, ma nulla può sulla seconda della numero 7 rossonera che, quindi, sigla così il tris per la squadra meneghina.

La Juventus Women prova a rientrare in partita con Agnese Bonfantini ed una serie che appare interminabile di calci d'angolo. Al 68', però, sugli sviluppi di una punizione dal limite dell'area di rigore battuta da Boattin e giocata da Caruso, la rapace Stašková sigla la sua doppietta personale scaraventando la sfera alle spalle di Babb per il secondo gol delle padroni di casa.

In pochissimi minuti, poi, le bianconere completano la loro rimonta. Al 77' è Barbara Bonansea, entrata da pochissimi minuti, a trovare un super gol con un bel destro a giro sul palo più lontano. Il Diavolo resta in dieci, sull'azione successiva, poiché Linda Tucceri Cimini atterra Bonfantini in area di rigore con fallo da ultimo uomo: cartellino rosso, giusto, e penalty per la Juventus. Caruso, all'80', dal dischetto spiazza Babb.

Nel finale, in gol anche Boattin, al termine di un'azione ispirata da Bonansea, scatenata sin dal suo ingresso in campo. Termina, quindi, male l'avventura delle Rossonere di Ganz nella Coppa Italia Femminile, con 11 gol incassati nella doppia semifinale contro la corazzata torinese. InvestCorp punta su un forte talento italiano per il Milan: le ultime news di mercato >>>

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di