28 maggio 2003: Diavolo in paradiso, battuta la Juventus ai rigori

MILAN NEWS – Leggi con noi il ricordo della finale di Champions League del 2003 che il Milan di Ancelotti vinse contro la Juventus di Lippi ai rigori

di Antonio Tiziano Palmieri
Milan Champions League 2003

MILAN NEWS – Il 28 maggio 2003 andò in scena quella che probabilmente è la partita più importante della storia del calcio, che due squadre italiane, abbiano disputato contro. A Manchester, nello stadio Old Trafford, Milan e Juventus si giocarono la vittoria in Champions League, nell’ultimo atto davanti a 63.000 spettatori. L’arbitro dell’incontro fu il tedesco Markus Merk.

Una notte storica, una partita magica, perché chissà quando, se mai ricapiterà, rivedremo 2 squadre del nostro paese arrivare in finale di Champions. Il fascino struggente di questa prima volta, verrà ricordato per decenni, forse per sempre. La partita vide il Milan di Carlo Ancelotti affrontare la Juventus di Marcello Lippi. Fu una partita tesa e poco spettacolare. Da segnalare solo un gol annullato ad Andriy Shevchenko dopo pochi minuti di gioco, e una traversa colpita da Antonio Conte ad inizio secondo tempo.

Lo 0-0 non si sbloccò, e ci vollero i calci di rigore per stabilire chi sarebbe uscito vincitore dalla sfida. La sequenza delle massime punizioni è storia. Lo sguardo di ‘Sheva’ all’arbitro prima di calciare e segnare, è qualcosa che tutti i tifosi del Milan ricorderanno per sempre. Il Diavolo andò in paradiso e conquistò la sua sesta Champions League, battendo i rivali bianconeri per 3-2 dopo i rigori. Paolo Madini, alzò al cielo la coppa da capitano, come fece suo padre Cesare nel 1963, 40 anni prima.

Per altri storici amarcord del nostro Milan, entra nella speciale sezione dedicata >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy