Ibrahimovic cambia il Milan: difesa a tre e due punte

Ibrahimovic cambia il Milan: difesa a tre e due punte

Nel caso in cui arrivasse Ibrahimovic e non partisse Piatek, i due potrebbero giocare in coppia con un cambio di modulo. Ecco i dettagli.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – C’è grande attesa e, stavolta, anche grande ottimismo. Zlatan Ibrahimovic può tornare al Milan e le sue ultime parole fanno sognare ancor di più i tifosi rossoneri. A Casa Milan si aspetta il prossimo contatto con Mino Raiola per capire l’evolversi della situazione, ma intanto Ibra ha chiaramente aperto alla possibilità milanista. Da trovare c’è la quadra dal punto di vista economico. Al momento c’è una differenza di un milione tra domanda e offerta, scrive la Gazzetta dello Sport. Nel caso in cui però finalmente si concretizzasse questo ritorno, bisognerà pensare all’aspetto tattico. Ecco cosa potrebbe accadere.

Innanzitutto bisognerebbe capire quanti attaccanti avrà a disposizione Stefano Pioli alla fine del mercato. Con l’arrivo di Ibra o di una qualsiasi altra punta, Krzysztof Piatek potrebbe anche essere ceduto in prestito per ritrovare lo smalto dei tempi migliori, anche perchè al momento non dà segnali di ripresa. Tuttavia, Piatek non sembra intenzionato a partire: vorrebbe provare a rifarsi a Milanello. Le partite da qui a gennio diranno molto a riguardo. Di certo tre attaccanti sarebbero troppi se il modulo ne prevede solo uno.

La soluzione potrebbe dunque essere quella di un cambio di sistema di gioco: il Milan potrebbe passare al 3-5-2 che potrebbe anche essere 3-4-1-2. Pioli aveva iniziato a lavorarci nelle scorse settimane, salvo poi metterlo da parte per il momento. Così il Milan giocherebbe con le famose due punte di berlusconiana memoria, in modo da non dipendere dalla giornata di grazia o meno di un solo uomo in zona gol. Non dovrebbero esserci problemi di coesistenza tra Ibrahimovic e Piatek o Rafael Leao. Lo svedese è sempre stato abituato a svariare molto e così consentirebbe a Piatek di occupare con più costanza l’area di rigore, trovando in Ibra anche un ottimo assist man. Ne beneficerebbero anche Theo Hernandez e Andrea Conti, due terzini che hanno nell’offesa il punto di forza. Servirebbe trovare un difensore in più sul mercato, ma è un aspetto che è già chiaro alla dirigenza, a prescindere dal modulo. Per le ultime… Continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy