cronaca live

LIVE Milan – Europa League, Milan-Dudelange: la conferenza di Gattuso

Daniele Triolo

-

-

Termina qui la conferenza stampa di Gennaro Gattuso.

-

Su Higuain: "Ha una dote: sa si essere un giocatore forte, ma vive benissimo lo spogliatoio. Si diverte, riesce a fare gruppo, lo ascoltano. Se la linea è però un po' storta, inizia ad essere nervoso. Deve migliorare su quest'aspetto. Quando fa così, la squadra lo respira, perchè sono giocatori giovani e lo guardano. La squadra lo deve coinvolgere un po' di più. E' il primo che si lamenta quando gli sto addosso, ma se non lo faccio mi chiedono di farlo. State tranquilli che se negli ultimi 16 metri gli arrivano dieci palloni, otto li mette dentro. Ce lo teniamo stretto".    

-

Sulle italiane in Europa: "Faccio il tifo per loro, ma parliamo dopo, altrimenti porta sfortuna". 

-

Sul turnover: "Qualcosina cambieremo. Sicuramente giocheremo con due attaccanti, Simic può giocare. Se gioca lui, giocheremo sicuramente a quattro". 

-

Sulle chiacchiere da fuori: "Evra? Non so niente. Non fatemi fare altre polemiche..."

-

Sul suo anno da allenatore: "Devo crescere ancora. Fare 50 partite in un club così è un privilegio, è una passeggiata. Per imparare questo mestiere, occorre stare sul rettangolo verde, a volte anche soffrendo. Qui ho tutto, il livello è alto. Il problema è il resto: gestire voi, le partite etc... Io starei tutto il giorno in campo, il problema è il resto: devo migliorare qui". 

-

Sulla squadra: "Se dopo un anno sono ancora qui, è merito di questi ragazzi. Con loro si è creata un'atmosfera incredibile: parliamo di tutto, anche di problemi familiari. Ho giocato in squadre fortissime, ma alcuni anni non c'era un gruppo solido. Questa squadra qui conosce i suoi pregi e difetti, ma ci mette sempre grande voglia. Il segreto è il senso di appartenenza che si respira qui". 

-

Su come ha preparato la classifica: "Bisogna leggere la classifica: se non vinciamo, siamo in mezzo ad una strada. Dobbiamo giocare con la consapevolezza che dobbiamo vincere a tutti i costi. Abbiamo tutto da perdere, dobbiamo essere bravi a trovare gli stimoli". 

-

Sulla polemica con Salvini: "Lui ha i suoi problemi, io i miei. Ci siamo scambiati qualche messaggio e ci siamo chiariti: è tutto a posto". 

-

Sull'Europa League: "Non possiamo stare fuori dall'Europa, è una competizione importante. Dobbiamo essere protagonisti in Europa". 

-

Su Bakayoko: "Non è un esempio per gli altri. Quando giocava, faceva una partita sì e due no. Dopo l'infortunio di Biglia ha iniziato a giocare con frequenza e ha migliorato le sue prestazioni. Ha preso confidenza nei propri mezzi, sta dimostrando che giocatore importante è stato". 

-

Sul nuovo Bonaventura in rosa: "Quelle caratteristiche non le ha nessuno. Calhanoglu, da mezz'ala, può fare un po' quello che faceva Jack". 

-

Sugli infortunati: "Ieri ho sentito Bonaventura, ora starà negli USA un mese, poi tornerà. Si portava dietro questo problema da diverso tempo, ha tirato avanti finchè riusciva, devo solo ringraziarlo. Musacchio domani farà una risonanza, vediamo se settimana prossima può corricchiare. Romagnoli potrà tornare tra 2/3 settimane. Caldara lo vedremo a febbraio". 

-

Sullo spirito: "Ci mancano giocatori importanti, è un dato di fatto. Li abbiamo persi per tanto tempo. Questo gruppo si è rafforzato. Sono troppo bravi ragazzi, se gli dico di mettersi gli scarponi per scalare la montagna, lo fanno. Il 60/70% di loro si è presentato a Milanello nel giorno di riposo. Dobbiamo continuare su questa strada, con entusiasmo. Ero già pronto alle vostre critiche se Abate avesse sbagliato la partita da centrale, invece con la sua voglia ha fatto una grande prestazione. Di partite facili non ce ne sono, ogni gara ha la sua storia". 

-

Si inizia: "Dobbiamo ricordarci quanto fatto all'andata. Sulla carta siamo molto più forti, ma giocano bene a calcio. Non dobbiamo dimenticare la fatica che abbiamo fatto per fare gol. Oggi valutiamo qualche giocatore acciaccato. Dobbiamo fare attenzione, ci giochiamo tanto. Non possiamo permetterci di non vincere". 

-

"Amici di ‘PianetaMilan.it', benvenuti al ‘Milanello Sports Center’ di Carnago (VA), dove tra poco, alle ore 15:00, il tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, presenterà i temi principali di Milan-Dudelange, gara in programma domani sera, ore 18:55, a ‘San Siro’, e valida per la quinta giornata del Gruppo F di Europa League. Restate con noi per non perdervi neanche una dichiarazione in diretta di Gattuso!

Potresti esserti perso