Panchina Milan, asse Campos-Mendes per Jardim: ecco chi è

Panchina Milan, asse Campos-Mendes per Jardim: ecco chi è

Ecco chi è Leonardo Jardim e come giocano le sue squadre. Modulo, tattiche e concetti di gioco dell’allenatore che ha portato in alto il Monaco. Sarà lui il prossimo allenatore del Milan? Ha due alleati: Luis Campos e Jorge Mendes. Conosciamolo meglio

di Redazione

Le quotazioni di Gennaro Gattuso sono in rialzo, come anche quelle di Simone Inzaghi e – in minima parte – anche quelle di Gian Piero Gasperini. Attenzione però alla candidatura di Leonardo Jardim, l’outsider da non sottovalutare. L’addio di Leonardo come ds e il possibile arrivo di Luis Campos potrebbe scardinare qualsiasi gerarchia. I due hanno già lavorato (e bene) al Monaco e avrebbero come alleato anche Jorge Mendes, il potente procuratore che assiste – tra gli altri – molti campioni e allenatori di livello internazionale. Tra cui, proprio, Jardim. Ma chi è Leonardo Jardim? Come giocano le sue squadre e cosa ha fatto in carriera? Ecco la sua scheda: il profilo completo

 

LA SCHEDA

Nome: José Leonardo Nunes Alves Sousa Jardim

Noto come: Leonardo Jardim

Luogo e data di nascita: Barcelona (Venezuela), 1 agosto 1974

 

CARRIERA

Camacha e Chaves

La famiglia è originaria di Madera e Jardim, dopo essere nato in Venezuela dove i genitori si erano trasferiti per lavoro, vi è tornato e cresciuto con loro. Nel 2001 a soli 27 anni inizia la sua carriera di allenatore come assistente della Camacha, squadra portoghese di terza divisione. Nel 2003 divenne ufficialmente allenatore del club, guidandolo per cinque stagioni. Nel 2008 passa al Chaves che al secondo anno porta in seconda divisione portoghese.

Beira-Mar

Il Beira-Mar lo ingaggia nell’estate del 2009 e la squadra arriva subito al primo posto nella Segunda Liga con 54 punti venendo così promossa nella massima serie. Nella sua seconda stagione Jardim viene esonerato a metà campionato.

Braga

Nel maggio 2011 passa al Braga e nella prima stagione è terzo ma il suo contratto non viene rinnovato per disaccordi con il presidente Salvador.

Olympiakos

Nel giugno 2012 viene ingaggiato dall’Olympiakos, venendo però esonerato il 19 gennaio 2013 quando la squadra aveva dieci punti di vantaggio sulla seconda, anche stavolta per disaccordi col presidente.

Sporting Lisbona

Il 20 maggio 2013 è ufficialmente l’allenatore dello Sporting Lisbona con un contratto biennale, e arriva secondo qualificandosi per la successiva Champions League con un secondo posto.

Monaco

A distanza di un anno esatto dal suo arrivo lascia lo Sporting e due settimane più tardi il Monaco lo ingaggia pagando la clausola rescissoria di 3 milioni. La sua prima stagione finisce col terzo posto in campionato qualificandosi per i preliminari di Champions League 2015-2016 che non supererà. Il 12 maggio 2015 rinnova col Monaco fino al 2019 ripetendo nella stagione successiva il terzo posto della prima. Nel 2016-2017 il Monaco torna a giocare in Champions League arrivando fino alle semifinali dove però cede di fronte alla Juventus, Jardim si consola ampiamente col trionfo in Ligue 1, l’ottavo a 17 anni di distanza da quello precedente. Nella stagione seguente è secondo, poi, l’11 ottobre 2018, a causa del pessimo avvio in campionato, aggiunto alle sconfitte in Supercoppa e Champions League, viene esonerato ma poi richiamato in panchina il 25 gennaio 2019 al posto del suo successore Thierry Henry.

 

COME GIOCANO LE SUE SQUADRE

Il modulo più utilizzato da Jardim, il suo marchio di fabbrica, è il 4-2-3-1. Non è però un integralista. In carriera ha giocato anche con il 4-4-2, con la difesa a tre (3-5-2 e 3-4-1-2) o il tridente davanti (4-3-3).

Sono piuttosto i concetti di gioco ad essere immutabili: gli esterni e le punte sono sempre in movimenti, il centrocampo deve abbinare tecnica, fisicità e dinamicità. La palla deve correre veloce e i terzini accompagnare l’azione, quasi da ali aggiunte. Questo è anche, però, un tallone d’achille del suo gioco, spesso troppo vulnerabile in difesa, specie sulle ripartenze avversarie veloci.

 

CURIOSITA’

Non ha mai giocato a calcio ma ha studiato tre anni per diventare allenatore. La sua è stata una gavetta particolare: oltre a passare dalla Terza Divisione portoghese ha anche allenato ragazzi, squadre femminili e perfino una squadra di pallamano.

 

STATISTICHE

2003-2004 AD Camacha

Terceira Divisao: 38 partite, 17 vinte 10 pareggiate 11 perse

2004-2005 AD Camacha

Terceira Divisao: 38 partite, 14 vinte 11 pareggiate 13 perse

2005-2006 AD Camacha

Terceira Divisao: 26 partite, 12 vinte 6 pareggiate 8 perse

Coppa del Portogallo: 1 partita, 0 vinte 0 pareggiate 1 persa

2006-2007 AD Camacha

Terceira Divisao: 26 partite, 13 vinte 6 pareggiate 7 perse

Coppa del Portogallo: 2 partite, 1 vinta 0 pareggiate 1 persa

2007-2008 AD Camacha

Terceira Divisao: 25 partite, 10 vinte 6 pareggiate 9 perse

Coppa del Portogallo: 1 partita, 0 vinte 0 pareggiate 1 persa

2007-2008 GD Chaves

Terceira Divisao: 10 partite, 6 vinte 2 pareggiate 2 perse

2008-2009 GD Chaves

Terceira Divisao: 32 partite, 19 vinte 8 pareggiate 5 perse

Coppa del Portogallo: 1 partita, 0 vinte 0 pareggiate 1 persa

2009-2010 Beira-Mar

Segunda Liga: 30 partite, 16 vinte 6 pareggiate 8 perse

Coppa del Portogallo: 3 partite, 1 vinta 1 pareggiata 1 persa

Coppa di Lega portoghese: 4 partite, 1 vinta 2 pareggiate 1 persa

2010-2011 Beira-Mar

Primeira Liga: 21 partite, 5 vinte 10 pareggiate 6 perse

Coppa del Portogallo: 2 partite, 0 vinte 1 pareggiata 1 persa

Coppa di Lega portoghese: 5 partite, 1 vinta 1 pareggiata 3 perse

2011-2012 Braga

Primeira Liga: 30 partite, 19 vinte 5 pareggiate 6 perse

Coppa del Portogallo: 2 partite, 1 vita 0 pareggiate 1 persa

Coppa di Lega portoghese: 4 partite, 3 vinte 1 pareggiata 0 perse

Europa League: 10 partite, 4 vinte 4 pareggiate 2 perse

2012-2013 Olympiakos

Souper Ligka Ellada: 17 partite, 14 vinte 3 pareggiate 0 perse

Coppa di Grecia: 3 partite, 3 vinte 0 pareggiate 0 perse

Champions League: 6 partite, 3 vinte 0 pareggiate 3 perse

2013-2014 Sporting Lisbona

Primeira Liga: 30 partite, 20 vinte 7 pareggiate 3 perse

Coppa del Portogallo: 2 partite, 1 vinta 0 pareggiate 1 persa

Coppa di Lega portoghese: 3 partite, 2 vinte 1 pareggiata 0 perse

2014-2015 Monaco

Ligue 1: 38 partite, 20 vinte 11 pareggiate 7 perse

Coppa di Francia: 4 partite, 3 vinte 0 pareggiate 1 persa

Coppa di Lega francese: 3 partite, 1 vinta 2 pareggiate 0 perse

Champions League: 10 partite, 4 vinte 3 pareggiate 3 perse

2015-2016 Monaco

Ligue 1: 38 partite, 17 vinte 14 pareggiate 7 perse

Coppa di Francia: 3 partite, 2 vinte 0 pareggiate 1 persa

Coppa di Lega francese: 1 partita, 0 vinte 0 pareggiate 1 persa

Champions League: 4 partite, 3 vinte 0 pareggiate 1 persa

Europa League: 6 partite, 1 vinta 3 pareggiate 2 perse

2016-2017 Monaco

Ligue 1: 38 partite, 30 vinte 5 pareggiate 3 perse

Coppa di Francia: 5 partite, 4 vinte 0 pareggiate 1 persa

Coppa di Lega francese: 4 partite, 2 vinte 1 pareggiata 1 persa

Champions League: 16 partite, 9 vinte 2 pareggiate 5 perse

2017-2018 Monaco

Ligue 1: 38 partite, 24 vinte 8 pareggiate 6 perse

Coppa di Francia: 2 partite, 1 vinta 0 pareggiate 1 persa

Coppa di Lega francese: 4 partite, 3 vinte 0 pareggiate 1 persa

Champions League: 6 partite, 0 vinte 2 pareggiate 4 perse

Supercoppa di Francia: 1 partita, 0 vinte 0 pareggiate 1 persa

2018-2019 Monaco

Ligue 1: 20 partite, 5 vinte 8 pareggiate 7 perse

Coppa di Lega francese: 1 partita, 0 vinte 1 pareggiata 0 perse

Champions League: 2 partite, 0 vinte 0 pareggiate 2 perse

Supercoppa di Francia: 1 partita, 0 vinte 0 pareggiate 1 persa

 

PALMARES

2016-2017 Monaco (Campionato francese di Ligue 1)

 

(di Massimiliano Valle)

INTANTO INCONTRO IMPORTANTE TRA GAZIDIS E UEFA. IL PUNTO, CONTINUA A LEGGERE >>>

SPAL-MILAN IN ESCLUSIVA SU DAZN. PER VEDERLA GRATIS, CLICCA QUI!

HAI BISOGNO DI ULTERIORI INFORMAZIONI? LEGGI QUI!!!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy