Milan, sarà un mercato intelligente: ecco cosa serve ai rossoneri

Milan, sarà un mercato intelligente: ecco cosa serve ai rossoneri

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Quella che inizierà il prossimo 1 settembre sarà una sessione di mercato oculata per il Milan: ecco i reparti dove serve intervenire

di Alessio Roccio, @Roccio92
Paolo Maldini Milan

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Quella che inizierà il prossimo 1 settembre e terminerà il 5 ottobre sarà una campagna acquisti oculata e intelligente da parte del Milan. Rispetto alle ultime stagioni il club rossonero partirà quest’anno dalla consapevolezza di avere ottime basi su cui costruire la rosa che cercherà nel 2021 di acciuffare finalmente il traguardo della zona Champions.

Consapevolezza e continuità. Sì, perché con l’arrivo di Rangnick sarebbe stato tutto tranne che dare un segnale di stabilità di progetto. Avrebbe portato ad una nuova rivoluzione, che forse in questo particolare momento storico del Milan proprio non sarebbe servita. E allora fiducia totale a Stefano Pioli che ha dimostrato coi fatti di meritarsi questa panchina.

Il tecnico emiliano ha già annunciato che verranno inseriti nuovi innesti per cercare di rinforzare la squadra che, ricordiamo, ha chiuso con 41 punti il girone di ritorno, peggio solo dell’Atalanta. Da quello che sappiamo, Pioli chiederà un difensore centrale di grande affidabilità, in grado di poter dare il cambio a Kjaer e Romagnoli all’occorrenza. Musacchio e Duarte, in questo senso, non sono stati promossi, mentre Gabbia – che potrebbe anche partire in prestito – si è guadagnato sul campo un minutaggio importante.

Il nome principale è quello di Nikola Milenkovic, ma la bottega cara della Fiorentina rischia di complicare le cose. Sul piatto potrebbe essere inserito il cartellino di Lucas Paquetà che piace molto ai toscani. Sulla fascia destra, poi, arriverà un altro terzino oltre a Kalulu. I nomi sono quelli di Aurier, Dumfries e Emerson Royal. A metà campo, poi, occorrerà un vice Bennacer visto l’addio di Biglia. Occhio ad una possibile promozione in pianta stabile di Brescianini in prima squadra.

Infine, occorrerà un vice Ibra. Rebic ha dimostrato di saper fare anche la prima punta, ma il meglio di sé lo riesce a dare partendo largo. Uno dei nomi è quello di Gianluca Scamacca di proprietà del Sassuolo, ma in prestito all’Ascoli l’ultima stagione. Tanti nomi, ma quello che sembra certo ad oggi è che non verranno fatti investimenti folli (alla Chiesa per capirci..), ma con intelligenza e lungimiranza.

MILAN, GUADAGNINI LASCIA: CHI AL SUO POSTO?

TUTTE LE NEWS DI MERCATO IN CASA ROSSONERA>>

SEGUICI SUI SOCIAL: CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy