Milan, rinnovo Ibrahimovic: si tratta sui bonus, weekend decisivo

Milan, rinnovo Ibrahimovic: si tratta sui bonus, weekend decisivo

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Come riportato dalla Gazzetta questa mattina, si tratta sui bonus tra Milan e Ibrahimovic: weekend decisivo

di Alessio Roccio, @Roccio92
Zlatan Ibrahimovic Milan

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN -Come riporta questa mattina la Gazzetta dello Sport, i lavori per il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic continuano spediti e ormai siamo giunti ai dettagli. Come spesso accade con lo svedese il lieto fine è accompagnato da mille sospiri. L’aspetto economico è ovviamente al centro di ogni dibattito, ma ormai si è intuito che l’ingaggio netto di Zlatan sarà di 6 milioni, come ha sempre richiesto il suo entourage per porre la firma sul rinnovo.

Si tratta però ancora la questione relativa ai bonus. Detto di quello da 500 mila euro in caso di arrivo in zona Champions, ce ne sarebbe un altro, della stessa cifra, in caso di vittoria dell’Europa League il prossimo anno. E questo per quanto concerne i bonus di squadra. Poi potrebbero essere inseriti anche bonus relativi al rendimento dello svedese in campo. Uno stipendio che gli permetterebbe di raggiungere Gigio Donnarumma come più pagato della rosa rossonera e non a caso entrambi gestiti da Mino Raiola.

Secondo la prospettiva del club, ora si entra nel vivo di una vicenda che non presenta più particolari ostacoli da superare. La meta appare ormai prossima. Il conto alla rovescia – scrive la rosea – guarda al weekend e non oltre, mentre nel frattempo il diretto interessato se la godrà al largo del suo yacht nel mare di Saint-Tropez, finalmente in compagnia della moglie Helena, rimasta a Stoccolma negli ultimi mesi. Il prossimo anno, però, potrebbe essere diverso. La bella bionda può tornare a vivere a Milano col marito e i loro due figli.

LE ULTIME SUL RISCATTO DI REBIC>>>

CALCIOMERCATO MILAN – LE NOVITA’ DELL’ULTIM’ORA >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy