Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

CALCIOMERCATO

Zamuner (DS Spal): “Ecco perché Daniel Maldini è rimasto al Milan”

Daniel Maldini (attaccante AC Milan) qui durante Milan-Genoa 3-1 (Coppa Italia 2021-2022) | News (Getty Images)

Daniel Maldini, attaccante del Milan, avrebbe potuto lasciare i rossoneri nella Spal negli ultimi giorni del calciomercato invernale

Daniele Triolo

Daniel Maldini, classe 2001, attaccante del Milan di Stefano Pioli, avrebbe potuto lasciare i rossoneri, come noto, nella fase finale della sessione invernale di calciomercato. Per il numero 27 rossonero, infatti, era giunta a 'Casa Milan' una proposta interessante della Spal.

La formazione di Roberto Venturato, che in questa stagione aveva già ottenuto dal Milan il prestito del centravanti Lorenzo Colombo, classe 2002, ha quindi provato a portare Daniel Maldini a Ferrara. Lì, in Serie B, avrebbe potuto giocare con maggior continuità e mettersi in mostra in un campionato duro come quello cadetto.

Daniel Maldini (attaccante AC Milan) qui durante Milan-Genoa 3-1 (Coppa Italia 2021-2022) | News (Getty Images)

Giorgio Zamuner, direttore sportivo della Spal, ha spiegato, però, al sito web 'estense.com' perché l'operazione di calciomercato con il Milan per Daniel Maldini non è andata a buon fine. "È un giocatore dall’enorme potenziale e si fosse aperto uno spiraglio lo avremmo preso. Ma una volta che il Milan ha fatto le sue valutazioni, abbiamo dovuto rinunciare a intavolare i discorsi e andare oltre ai sondaggi effettuati".

Il Milan, nello specifico, d'accordo con il giocatore, ha deciso di confermarlo a Milanello poiché convinto che, con insegnati come Zlatan Ibrahimović ed Olivier Giroud, Maldini junior avrebbe potuto studiare ed imparare di più, pur giocando molto meno. Milan, il vice Ibra grazie a Moncada: le ultime news di mercato >>>

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di