Calciomercato Atalanta – Gasperini non ci sta e chiede rinforzi

CALCIOMERCATO ATALANTA – Dopo il pareggio con l’Inter, Gasperini ha parlato e ha lasciato intendere come servano nuovi innesti dal mercato.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

CALCIOMERCATO ATALANTA – Continua il momento non troppo positivo dell’Atalanta, che anche oggi non riesce a vincere e non va oltre l’1-1 contro l’Inter. Un pareggio, tra l’altro, raggiungo nel finale. Dopo il match ha parlato Giampiero Gasperini, che in modo velato, ma non troppo, ha lasciato intendere che servono rinforzi, magari già a gennaio. Ecco le sue dichiarazioni.

PARTITE DIFFICILI – “Non ho mai avuto la sensazione che ci fosse tanta difficoltà, giochiamo partite difficili, sia in campionato che in Champions. Può succedere di perdere, ma la squadra ha sempre avuto una buona presenza. Ha fatto le sue vittorie, questa situazione è figlia di una pressione per la quale l’Atalanta debba fare chissà cosa. Non vedo tutte le cose che si dicono. Le aspettative le alimentano gli altri: dobbiamo averle noi se perdiamo”.

TANTI INFORTUNATI – “Noi sappiamo quanto è difficile, in questo periodo abbiamo avuto anche infortunati: la sosta è opportuna, abbiamo bisogno di recuperare tutti. Abbiamo fatto una buona partita con una squadra forte”.

INNESTI – “Miranchuk e Ruggeri? Sono contento per entrambi: non era facile per Ruggeri, è un ragazzo che sta facendo bene, ha ottime doti, ha bisogno di esperienza. Miranchuk è straordinario, in due spezzoni ha toccato poche palle e ha fatto due gol importantissimi. Ha della qualità, speriamo di inserirlo al meglio. Non avremo mai una settimana completa, ci alleneremo per dieci giorni con sei giocatori. Sarà così fino a Natale: è così per tutti”.

LIVERPOOL – “Il Liverpool? Sono campioni del mondo, col Bayern sono i più forti: hanno avuto anche loro difficoltà in campionato. Hanno avuto merito, ma anche noi li abbiamo esaltati: potremmo fare sicuramente meglio, non finirà sempre così. E’ una squadra che andava al doppio di noi in quella serata”.

ESTERNI – “Gli esterni? E’ un ruolo importante: abbiamo perso Castagne, la società ha preso tre giocatori e abbiamo Ruggeri. Il nostro gioco si basa molto sugli esterni: quando girano Hateboer e Gosens, anche gli altri hanno più facilità. Stiamo lavorando per inserire anche chi è arrivato”.

TROPPI – “Oggi abbiamo pareggiato con l’ingresso di Lammers, Miranchuk e Muriel: non sono per la confusione, perdi tempo. In certe occasioni ti può dare qualcosa, oggi ci ha dato la spinta per raddrizzarla”.

CALCIOMERCATO AC MILAN – LE NEWS DELL’ULTIM’ORA >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy