Mastour, cronaca di un fallimento annunciato?

Mastour, cronaca di un fallimento annunciato?

Il talento Hachim Mastour ha collezionato appena 150′ nella Eredivisie olandese: uno dei più fulgidi prodotti del vivaio rischia di bruciarsi

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Hachim Mastour, fantasista italo-marocchino classe 1998, sarebbe dovuto essere, nelle intenzioni del Milan, uno dei possibili ‘crack’ del nuovo millennio. Invece, il ragazzo, in possesso di notevoli qualità tecniche, sembra essersi irrimediabilmente perso, non mantenendo quelle promesse lasciate intravedere sin da piccolo, nelle giovanili della Reggiana.

Fin qui, la carriera di Mastour è stata piuttosto deludente: il Milan, per permettergli di giocare con continuità dopo qualche problema disciplinare in Primavera sotto la guida tecnica di Cristian Brocchi, lo aveva spedito in prestito biennale al Málaga, nella Liga spagnola, ma in Andalusia non ha mai giocato. Dopo un anno, quindi, ha fatto rientro in rossonero per poi ripartire nuovamente, questa volta destinazione Olanda, dove è finito in prestito al PEC Zwolle, non certamente una formazione di prima fascia.

Anche in Eredivisie, però, Mastour sta fallendo su tutta la linea: appena 5 presenze in prima squadra, per la miseria di 150′ sul terreno di gioco. Il responsabile del settore giovanile del Milan, Mauro Bianchessi, aveva detto qualche tempo fa: “Tecnicamente Mastour è il giocatore più forte che ho mai avuto. Ma se le qualità non sono supportate da spirito di sacrificio e rispetto delle regole, si rischia di fallire”. Ed ora, con un contratto con il Milan in scadenza il prossimo 30 giugno 2017, tutto lascia presagire una separazione tra il ragazzo ed il club rossonero.

Il rischio che Mastour si bruci è dietro l’angolo: in casa Milan, infatti, con lo stesso Bianchessi e Filippo Galli si punta moltissimo sui prodotti del vivaio, vedasi la presenza in prima squadra dei vari Gianluigi Donnarumma, Davide Calabria, Manuel Locatelli, ma, giustamente, i rossoneri puntano, prima ancora che sulle qualità tecniche dei loro ragazzi, innanzitutto su uomini dalle integerrime qualità morali. Che Mastour, almeno stando alle parole di Bianchessi, sembrerebbe non possedere.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Quando l’allenatore del PEC Zwolle aveva detto: “Mastour mi piace molto …”

… e lui si era dimostrato volenteroso: “Nessuno mi fermerà!”

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy