Ligue 1 – PSG, presentato Mbappé: “Qui per vincere: ho fame di titoli”

Kylian Mbappé, nuovo attaccante del PSG, presentato al Parco dei Principi dal Presidente Nasser Al-Khelaifi. “Pensavo di restare al Monaco, poi …”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Oggi, nel primo pomeriggio, il ‘Parco dei Principi’ ha accolto la sua nuova stella. E’ stato, difatti, presentato, direttamente dal Presidente del sodalizio parigino, Nasser Al-Khelaifi, l’attaccante Kylian Mbappé, classe 1998, prelevato dal Monaco in prestito con obbligo di riscatto fissato a 180 milioni. Un modo per aggirare, a conti fatti, il fair play finanziario dopo l’acquisto di Neymar per 222 milioni.

Mbappé si è espresso così in conferenza stampa: È un grandissimo orgoglio essere qua. Sono in uno dei migliori club al mondo. Era importante per me restare in Francia e tornare nella mia città, torno nello stadio della mia infanzia – ha sottolineato Mbappé -. A maggio, pensavo di restare al Monaco. Sono successe certe cose. Ne parlerò quando sarà giusto farlo. Ho parlato tantissimo con il mio entourage prima di fare questa scelta. L’importanza di Neymar sulla mia decisione ? Ero già interessato al progetto prima del suo arrivo, parlavamo già prima. Ho ancora tanto da imparare. Il mio prezzo ? Non sento nessun peso. Unai Emery? Abbiamo parlato, c’è stata subito una grande intesa. Lui ha passione come me. Non ho il posto assicurato, io voglio solo ancora imparare. Il Real Madrid ? Pensavo di rimanere al Monaco, quando parlavo coi club dicevo che quella era la mia priorità. Poi sono successe certe cose… Il PSG ha un progetto vincente per me. Ho fame di titoli”.

Ecco come, invece, Al-Khelaifi ha introdotto il suo nuovo colpo di mercato: “È un grande momento per tutti. Lui ha solo 18 anni ma il mondo lo conosce. Per me, era impossibile vederlo partire all’estero perché ha un grande talento, è una grande promessa del calcio francese e per il PSG. Parigi è la sua città, il PSG il suo club del cuore. Benvenuto a casa tua, sono sicuro che resterai qua tanto tempo. Abbiamo un grande progetto”. Il Presidente del PSG ha avuto anche modo di commentare da par suo l’inchiesta della UEFA nei confronti del club sul mancato rispetto del fair play finanziario: “Ho detto alla UEFA che la porta del mio ufficio è aperta, non abbiamo niente da nascondere. Scandalo per gli acquisti di Neymar e Mbappé? Se gli altri club sono arrabbiati, non è un mio problema. Non voglio entrare nei dettagli ma siamo convinti di aver operato nel rispetto delle regole”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Donnarumma piace al PSG: Milan, idea Reina

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy