Rafael Leao a Milan TV: “Qui per fare assist e segnare. Idolo? Kaka”

Rafael Leao a Milan TV: “Qui per fare assist e segnare. Idolo? Kaka”

Rafael Leao, classe 1999, ufficializzato ieri dal Milan, si è raccontato ai microfoni di ‘Milan TV’, canale tematico rossonero: le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILANRafael Leao, classe 1999, attaccante portoghese acquistato dal Lille ed ufficializzato ieri dal Milan, si è raccontato ai microfoni di ‘Milan TV‘, canale tematico rossonero. Queste le dichiarazioni di Rafael Leao:

Sulle sue sensazioni sulla nuova avventura al Milan: “Sceglievo sempre il Milan quando giocavo alla PlayStation, perché è una squadra molto forte che ha vinto tante volte la Champions League. Nel club hanno giocato tanti giocatori forti nel passato, non li ho mai visti dal vivo ma ho guardato dei video, di Paolo Maldini, Manuel Rui Costa, Ricardo Kaka, Clarence Seedorf. Sono tutti grandi nomi che hanno fatto la storia del calcio. È molto bello essere qui”.

Sull’idolo rossonero a cui si ispira: “Kaka era un fuoriclasse: i giocatori brasiliani hanno sempre un talento speciale. E Kaka ha segnato la storia del Milan. Ha vinto il Pallone d’Oro e sono orgoglioso di essere arrivato nel club dove lui ha giocato in passato”.

Sul giocare insieme a Krzysztof Piatek: “Quando giochi con due attaccanti invece che con uno hai più possibilità. Uno rimane più fermo, mentre l’altro ha più libertà di svariare. Sono venuto qui per aiutare la squadra a prescindere dal ruolo che mi darà il mister. Sono qui per dare una mano affinché il Milan possa raggiungere i suoi obiettivi. È chiaro che Piatek è un ottimo attaccante che aveva fatto vedere tutto il suo valore già ai tempi del Genoa. Poi dopo il suo arrivo al Milan ha fatto altrettanto segnando tanti gol. Spero di aiutarlo con tanti assist. Più gol farà lui, meglio andrà la squadra”.

Sul significato della sua esultanza: “Ho iniziato ad esultare così ai tempi dello Sporting Lisbona. Era il mio modo di esultare con mio padre nelle partite in cui lui non era allo stadio. Era come se facessi una chiamata a mio padre per dirgli ‘Ho segnato un altro gol per te, papà’. È nata così. Quando segno faccio così (imita il gesto della telefonata, n.d.r.)”.

Sulle sue caratteristiche principali: “Sono veloce e mi piace puntare l’uomo. Mi piace fare assist, ma anche segnare gol fa parte del mio bagaglio tecnico. Non sono individualista, gioco per la squadra e provo sempre ad aiutare i miei compagni. Sono venuto qui per dare il massimo. Se sono arrivato qui è grazie al lavoro che ho fatto, devo dimostrare il mio valore in campo. Sento di essere arrivato in un grande club e che i miei compagni mi aiuteranno. Sono qui per dare il massimo”.

Sul suo genere di musica preferito: “Mi piace il rap e la musica spagnola. Mi piace un po’ di tutto. La musica dance”.

Sul suo messaggio ai tifosi del Milan: “Ciao a tutti i tifosi rossoneri, sono Rafael Leao, un grande abbraccio e forza Milan!”. Questi, intanto, i convocati di Marco Giampaolo per la sfida di domani pomeriggio a Cardiff (Galles) contro il Manchester United: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Triterà /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy