Boban: “Rebic? Duttile, riporteremo il Milan in alto. Modric e Correa…”

Boban: “Rebic? Duttile, riporteremo il Milan in alto. Modric e Correa…”

Dopo la chiusura del mercato ha parlato Boban, dirigente rossonero. Dichiarazioni molto interessanti le sue. Ecco tutto ciò che ha detto.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – È da poco concluso il mercato estivo e il Milan ha acquistato, proprio all’ultimo, Ante Rebic dall’Eintracht Francoforte. Scambio di prestiti con Andrè Silva. Una sessione tutto sommato positiva per il Milan, anche se magari i rossoneri non sono riusciti a fare tutto ciò che era in programma. Di questo ha parlato Zvonimir Boban, dirigente rossonero, ai microfoni di Sky. Ecco le sue parole: “È stato un mercato pesante. Spero che la FIFA lo accorci un po’. Stressi la squadra, stressi l’allenatore, giocatori vanno, giocatori vengono. Rebic è un giocatore con tanto carattere e tanta forza. Sa fare diversi ruoli. Può giocare anche nelle due punte, si può usare in molte posizioni. È un ragazzo serio, cresciuto tanto anche tecnicamente. Siamo felici che sia con noi”.

Sulla squadra: “Vanno bene i giovani, ma ci devono essere giocatori con esperienza e forza. Abbiamo tanti giovani, forse sarebbe stato un bene avere qualche esperto in più. Siamo dentro un processo a gradi. I milanisti aspettano da tanto. Né io né Paolo vogliamo aspettare tanto per far sì che succedano delle grandi cose. Non possiamo accettare di navigare a metà classifica. Non si arriva in un giorno ai livelli dove si era una volta”.

Su Modric e Correa: “Luka è un grande milanista, giocatore straordinario, ma era impossibile. Non siamo mai arrivati alle cose concrete. Lui non voleva lasciare il Real dopo una stagione brutta. Su Correa non abbiamo trovato le condizioni economiche. Vedremo, abbiamo una buona rosa. Si vedrà nel tempo se abbiamo fatto bene o male, ma crediamo che ci siano giocatori che diventeranno importanti”.

Su Elliott: “Non li ho sentiti proprio. Abbiamo lavorato tanto durante questo calciomercato. Ci siamo organizzati, abbiamo voluto dare un segno importante di migliorare la struttura e migliorarla. Un giocatore da 100 milioni, da solo, non ti cambia la squadra”.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy