Milan, #3motivi per non pensare al closing

Milan, #3motivi per non pensare al closing

Il closing sembra che non ci sarà, ma è giusto smettere di considerarlo l’unica cosa importante. In campo va la squadra e serve concentrarsi su quello.

di Redazione

GRUPPO

Per fortuna il gruppo sembra solido e coeso. Montella è riuscito a far lievitare gradatamente stato di forma ed affiatamento di tutto l’organico. Questo ha consentito di superare senza troppi problemi la falcidia della difesa titolare, in cui Zapata, Gomez e Vangioni non hanno fatto sentire l’assenza dei titolari. I ballottaggi a centrocampo tra Sosa / Locatelli e Pasalic/ Kucka non hanno avuto ripercussioni sull’efficacia generale della manovra, anche se si avverte sempre una carenza di personalità nel reparto che solo un Bertolacci tornato ai suoi livelli potrebbe forse colmare. Anche in attacco, l’assenza di Bonaventura e la partenza di Niang sono state tamponate dagli efficaci inserimenti di Deulofeu e Ocampos e, soprattutto, dalla tenuta a grandi livelli di Suso, la cui stagione va considerata straordinaria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy