Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Serie A, scambi e plusvalenze: la Procura Federale studia 62 affari sospetti

Il logo del campionato di Serie A

62 i trasferimenti sospetti che la Procura Federale sta esaminando in Serie A. Coinvolte Napoli e Juventus. Per ora non aperti procedimenti.

Stefano Bressi

Non è una novità che in Serie A spesso ci siano scambi tra giocatori con valutazioni gonfiate, spesso senza che si muova realmente neanche un euro. Ora, però, tutto sta uscendo allo scoperto e un nuovo ciclone sembra pronto ad abbattersi sul campionato. È stata infatti portata alla luce una relazione arrivata sul tavolo del procuratore federale Giuseppe Chinè che ha al centro scambi di calciatori e plusvalenze dal 2019 a oggi.

Sfruttando le verifiche avviate a luglio dalla Consob, la Covisoc ha inviato al Procuratore e, per conoscenza, anche a Gabriele Gravina, un dettagliato resoconto su 62 trasferimenti invitandolo ad approfondire la questione. Per l'organo di vigilanza, infatti, certi affari potrebbero aver inciso in maniera significativa sui conti delle società coinvolte. Per esempio, il Napoli è citato per l'affare Victor Osimhen, che ufficialmente è costato 80 milioni, ma 20 milioni sono stati di 4 calciatori. Due di questi sono in Serie D, uno in Serie C e un altro è rimasto in Francia senza mai giocare. Poi la Juventus, che addirittura è coinvolta per 42 dei 62 trasferimenti. Sono ben 21 i calciatori scambiati per complessivi 90 milioni di euro. I soldi che si sono realmente mossi però sono solo 3 milioni.

Come prevedibile, il Milan non è menzionato. Ora la palla passa quindi alla Procura Federale, che al momento non ha ancora aperto alcun procedimento. Al momento il procuratore Chinè sta studiando il fascicolo e non è da escludere che presto possa aprire un fascicolo, con un altro ciclone che sarebbe pronto ad abbattersi sul calcio italiano. Intanto ecco le notizie più importanti della mattina di oggi >>>

tutte le notizie di