ATALANTA-MILAN

Atalanta-Milan, Pioli: “Ottima prestazione, è una vittoria pesante”

Le dichiarazioni di Stefano Pioli (allenatore AC Milan) a 'DAZN' sulle partite della Serie A 2021-2022 | Milan News (Getty Images)

Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha parlato a 'DAZN' dopo Atalanta-Milan, partita della 7^ giornata della Serie A 2021-2022

Enrico Ianuario

Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha parlato ai microfoni di 'DAZN' dopo Atalanta-Milan, partita della 7^ giornata della Serie A 2021-2022. Ecco le sue dichiarazioni.

Sulla gara: "Noi dobbiamo giocare per vincere ogni singola partita. Abbiamo fatto un'ottima prestazione, abbiamo giocato con qualità e intensità. Una vittoria pesante che conclude un periodo impegnativo, la squadra ha dato risposte importanti dopo due sconfitte in Champions League. La squadra sta crescendo".

Una gara vinta senza clean sheet: "E' importante vincere. Onestamente credo che nel secondo gol c'era un fallo clamoroso, però non mi interessa. Sono soddisfatto della prestazione dei miei giocatori contro un avversario fortissimo. Questa sera abbiamo dimostrato di potercela giocare alla pari con una squadra che è al vertice del campionato da tanti anni".

Sulla prestazione di Brahim e Leao: "Ho chiesto uno sforzo importante, ma credo che per gli attaccanti sia meglio correre in avanti che indietro. Abbiamo spaccato tante giocate e abbiamo cercato di renderci pericolosi. Possiamo permetterci di prendere dei rischi ed è bello quando la preparazione e l'interpretazione della partita vanno di pari passo".

Sulla posizione di Theo Hernandez: "Mi fa piacere che hai sottolineato il percorso di due anni. Chiaro che non dobbiamo accontentarci, dobbiamo continuare ad avere questa volontà di crescere. Conoscevamo bene i nostri avversari, abbiamo provato a svoltare un po' il centrocampo ed entrare dentro con i terzini. Oggi siamo stati tanto dinamicin che non ha dato punti di riferimento all'Atalanta".

Su Kessié: "Io non ho dubbi sulle qualità di Franck, né sugli atteggiamenti. Sul contratto sono cose che esistono nel nostro ambiente, ma Kessié ha disputato le Olimpiadi, si è fatto male. Oggi ha fatto una partita strepitosa. La sua prestazione mi ha ricordato molto quella dell'ultima di campionato qua. Kessié è un titolarissimo, ma lo sono tutti. Avremo diverse soluzioni appena rientreranno anche gli altri".

E' stata una partita bellissima. La Serie A sta migliorando anche grazie a tanti allenatori che propongono un calcio più offensivo e aggressivo. Con la Champions siamo saliti di livello, la Serie A sta crescendo anche grazie ad allenatori giovani. Sono cresciuto anche io, ma con i miei giocatori stiamo giocando tutti molto bene. Quando si gioca bene significa che l'ambiente è sereno, siamo soddisfatti ma è vero che siamo anche all'inizio della stagione. Il Napoli è avanti, rientrerà la Juve, l'Inter e l'Atalanta sono fortissimi".

Io credo che sia giustissimo cavalcare l'entusiasmo. I giovani devono cavalcarlo con questo spirito. Ogni partita che giochiamo abbiamo la possibilità di dimostrare. Gli avversari sono forti, il campionato è lungo e la Champions non vogliamo lasciarla".

Sui rientri di Giroud e Ibra: "Benedetti rientri. Non vedo l'ora che sia così. Zlatan è un campione, ha giocato un quarto d'ora e ha fatto gol. Olivier aveva iniziato benissimo, poi ha avuto problemi di covid e schiena. Ma voglio fare i complimenti a Leao e Rebic, gli ho tirato il collo ma si sono fatti trovare pronti. Con Leao e Rebic abbiamo più profondità, con altri giocheremo diversamente".

tutte le notizie di