Spadafora: “Esonero contributivo per chi lavora nello sport”

MILAN NEWS – Molte le decisioni prese, tra cui anche lo stanziamento di 50 milioni per la promozione dello sport di base. Ecco le parole di Spadafora.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi
Vincenzo Spadafora Ministro Sport Governo Italiano

MILAN NEWS – Annuncio importante da parte del ministro Vincenzo Spadafora: un esonero contributivo per chi lavora nel mondo dello sport. Questo ciò che ha dichiarato il Ministro dello Sport dopo il CDM sulla prossima legge di bilancio. Ecco cosa si legge nella nota: “Per consentire la transizione senza incidere sui bilanci di federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive dilettantistiche, è riconosciuto per gli anni 2021 e 2022 un esonero dal versamento dei contributi previdenziali per atleti, allenatori, istruttori, direttori tecnici, direttori sportivi, preparatori atletici e direttori di gara, cumulabile con altri esoneri o riduzioni già previsti”.

È il tentativo di costruire una messa a terra che non vada a incidere sui bilanci delle società sportive già fortemente provate dall’emergenza Coronavirus. Ecco le parole di Spadafora: “Quando i decreti di riforma del mondo dello sport saranno approvati ci saranno finalmente più tutele e garanzie per i lavoratori”. Tra le decisioni prese, anche 50 milioni per la promozione dello sport di base: “Giovani e anziani potranno accedere gratuitamente alla pratica dell’attività fisica per migliorare la salute e il benessere. Un incentivo alle famiglie e un modo concreto per sostenere la ripartenza di associazioni, società e centri sportivi su tutto il territorio nazionale”.

Ecco anche il punto sul bonus da 800 euro per il mese di novembre per i collaboratori sportivi: “Da giovedì Sport e Salute riceverà le risorse per provvedere ai pagamenti. Tutti coloro che hanno ricevuto precedentemente il bonus, lo avranno in automatico nei prossimi giorni sul proprio conto corrente”. Oggi è invece l’ultimo giorno per presentare le domande a fondo perduto per le società sportive che gestiscono gli impianti. Dal 18 al 25 toccherà invece alle altre ASD e SSD, quelle che non gestiscono impianti. Cominciata l’erogazione anche per le associazioni titolari di Codici Ateco, che riceveranno in automatico il doppio di quanto già percepito durante la prima fase dell’emergenza. Poi, Spadafora fa anche un appello: “Sport e Salute procederà alla distribuzione di 103 milioni, risorse straordinariamente importanti al momento. Mi rivolgo alle società sportive e associazioni sportive dilettantistiche, rivolgetevi alle federazioni e agli altri organismi sportivi perché si investa sullo sport di base”. Inoltre, il Ministro ha annunciato che questa settimana sarà decisiva per l’approvazione dei decreti legislativi della legge sullo sport. Serve una prima approvazione in CDM entro il 30 novembre.

CALCIOMERCATO AC MILAN – LE NEWS DELL’ULTIM’ORA >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy