Sole 24 Ore – Il Milan parlerà americano: Mister X, i quattro profili

Tramite il proprio blog personale sul Sole 24 Ore, Carlo Festa ha indicato i quattro profili del ‘Mister X’ sostenuto da Goldman Sachs per l’acquisto del Milan

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

La situazione, in casa Milan, è tutta in divenire: Yonghong Li sta cercando un nuovo socio che possa aiutarlo nella gestione ordinaria del Milan. Le intenzioni del presidente rossonero, come riporta Carlo Festa sul Sole 24 Ore, sono quelle di cercare un socio di minoranza. Tuttavia, appare difficile trovare una persona pronta ad affiancarsi a Li come socio di minoranza. Il tavolo delle trattative, dunque, si è spostato sul socio di maggioranza. L’obiettivo di chi compra è quello di governare, possibilmente investendo non troppi soldi. Mr Li, invece, lo valuta più di quanto lo ha pagato ad aprile 2017, ovvero 750 milioni. Il tempo, inoltre, si fa sempre meno: l’accordo va raggiunto entro dieci giorni, altrimenti il fondo Elliott escuterà il pegno.

L’altro scenario, invece, vede gli acquirenti americani aspettare l’ingresso ufficiale di Elliott, per poi trattare l’acquisto direttamente con il fondo targato Usa. Al momento, in vantaggio sembra esserci quel ‘Mister X’ appoggiato da Goldman Sachs. Quest’ultimo, ha iniziato la due diligence prima degli altri soggetti ed è l’unico che può entrare in scena prima di Elliott. Gli altri due soggetti riguardano la famiglia Ricketts, che ieri sera è uscita definitivamente allo scoperto, e un compratore appoggiato da Merrill Lynch, più defilato. Il tentativo dei Ricketts, con il comunicato di ieri, è quello di recuperare terreno su Goldman Sachs.

Carlo Festa, dopo alcune ricerche, ha delineato i quattro profili possibili del ‘mister X’ interessato al Milan: il primo è Rocco Commisso, ‘proprietario dei Cosmos dallo scorso anno (la squadra dove un tempo militava Giorgio Chinaglia, che ne era stato anche proprietario) e con un patrimonio di circa 4,3 miliardi di dollari. Di origini italiane, trasferitosi negli Usa a dodici anni, Commisso è fondatore di Mediacom, l’ottava azienda fornitrice di tv via cavo del Paese’. Il secondo è Tilman Joseph Fertitta, ‘milionario proprietario della catena di ristoranti Landrys, la maggiore negli Usa, oltre che del club di basket Houston Rockets’. Il terzo candidato è Joshua Harris, ‘milionario attivo nel private equity come co-fondatore del fondo Apollo Global Management, con un patrimonio di oltre 4 miliardi di euro e già attivo nello sport: è infatti proprietario dei Philadelphia 76ers e nel calcio con il 18% del Crystal Palace. Tuttavia proprio Harris aveva già visionato il dossier del Milan lo scorso anno ma non aveva proseguito lasciandolo a Mister Li’. Quarto ed ultimo nome è famiglia newyorkese Dolan, ‘che possiede una quota del Madison Square Garden, oltre che la proprietà dei club del New York Knicks e del New York Rangers’.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy