MARCHETTI, UN FENOMENO IN CERCA DI GLORIA

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

fonte: ilmessaggero.it
fonte: ilmessaggero.it
Federico Marchetti e il Milan. Due realtà tanto diverse quanto vicine. Spesso si sono cercati, proprio pochi giorni fa dalla svizzera rimbalzava la possibilità di un accordo a giugno. Da sempre visto da tutti come un grande portiere e possibile futuro della nazionale azzurra, mai il portiere biancoceleste è però riuscito definitivamente ad affermarsi. Forse a causa proprio della nazionale, quel palcoscenico sul quale pochissime volte si riesce ad esibire, soppresso dall’autorità del capitano Buffon. Marchetti arriva a S. Siro con i 12 gol subiti quest’anno, più di un pallone raccolto in fondo al sacco a partita. Marchetti si sta comunque confermando il più papabile tra gli eredi di Buffon, in un periodo dove la classe di portieri azzurra è limitata al solo capitano juventino. Il portiere biancoceleste ha l’occasione di farsi ammirare in un palcoscenico importante come quello di S. Siro, reduce fin qi da una buona stagione (solo un’insufficienza per lui). L’Italia e gli appassionati di calcio azzurri sono pronti ad accogliere (forse, si spera) l’esplosione definitiva di un talento da sempre ammirato, ma che mai ha potuto mettere concretamente in mostra le sue doti, oscurato da giganti nel suo ruolo o da avvenimenti piuttosto sfortunati (vedi Mondiale 2010, chiamato in causa al posto di Buffon, uscito ai gironi a causa di pessime prestazioni della squadra).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy