GAZZETTA – ‘FATAL VERONA 2.0’, I PROTAGONISTI SCALIGERI RICORDANO: “DOPO LA PARTITA, VEDEMMO ALCUNI ROSSONERI PIANGERE…”

di Lorenzo Romagna, @RmgLnz95

La rete di Pellegrini in Verona-MIlan del 1990 (Fonte: www.hellas1903.it)
La rete di Pellegrini in Verona-MIlan del 1990 (Fonte: www.hellas1903.it)
Quando Verona vede rossonero si fa “fatale”: apre cosi la Gazzetta dello Sport in edicola oggi. Il passato spiega più di mille cose e la storia dice che il ‘Bentegodi’ è stato sempre un grande nemico dei rossoneri. Basti ricordare i due campionati persi sul campo del Verona, nel 1973 e nel 1990. Oggi, i protagonisti scaligeri del passato, attraverso le colonne della rosea, ricordano quei momenti.Osvaldo Bagnoli, tecnico del Verona dal 1981 al 1990, spiega oggi: “Ricordai alla squadra che dovevamo avere rispetto per chi avevamo sconfitto. Se avessimo perso, saremmo retrocessi. Invece potevamo avere un’altra possibilità. E quel Milan era un grande avversario”.Non solo Bagnoli, anche Piero Fanna, capitano al tempo dell’Hellas, fa un balzo indietro, fino a quella maledetta partita del 90, in cui svela alcuni retroscena: “Passando di fronte al loro spogliatoio, vedemmo scene di sconforto. Chi piangeva, che si teneva le mani tra i capelli. Noi allungammo la speranza. Vincemmo perché stavamo bene, mentre il Milan, in settimana, aveva giocato in Coppa dei Campioni con il Bayern a Monaco. Era stanco. Si innervosirono subito, infuriandosi con Lo Bello. Ma meritammo in pieno quel risultato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy