Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Gattuso a Sky: “Momento difficile, restiamo calmi. Il campionato è lungo”

Gennaro Gattuso, ex tecnico del Milan (credits: GETTY Images)

Queste le dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport di Rino Gattuso, allenatore del Milan, al termine della partita di San Siro contro la Fiorentina

Edoardo Lavezzari

Intervistato da Sky Sport al termine di Milan-Fiorentina, il tecnico rossonero Rino Gattuso ha commentato così la prestazione della sua squadra: "Siamo in emergenza, oggi abbiamo avuto anche sfortuna, tutti i giocatori a disposizione hanno giocato bene, abbiamo subito un tiro e ci hanno fatto gol. Dobbiamo restare lucidi, non andare a cercare facili colpevoli".

I gol che non arrivano: "Oggi ci siamo dovuti inventare il centrocampo, possiamo sviluppare sicuramente meglio: a campo aperto abbiamo sbagliato troppo, se hai 4/5 occasioni a campo aperto le devi sviluppare meglio".

Montolivo: "Mauri ha fatto una buona partita, in questo momento non ha minutaggio, le scelte le faccio sotto questo aspetto. Un giocatore, per metterlo in campo, mi deve piacere in questo momento altri sono più avanti di lui. Se oggi il problema della partita è Montolivo che non ha giocato siamo fuori strada".

Higuain: "Ho già risposto ieri, la domanda la dovete fare alla società. E' un giocatore che gioca nel Milan, il momento suo e della squadra non è brillantissimo, ma è un giocatore importante che dobbiamo sfruttare al massimo, metterlo in condizione di fare il massimo. Il suo umore? Un attaccante che non segna non è mai contento, da quando gioco non ho mai visto un attaccante contento di non segnare. Tutta la squadra fa fatica, non riesce a esprimersi al massimo e lui fa parte di questo contesto".

Il mercato: "Io non voglio parlare di quello che ci manca, non è il mio mestiere. Io sono qui per parlare di campo. Se dopo una sconfitta come quella di oggi devo parlare di mercato faccio fatica, non è il mio compito".

Le vacanze: "Le passerò a Milanello, dobbiamo restare lucidi e capire come uscire da questa situazione. E' inutile gridare, tirare i pugni al muro. Dobbiamo restare tranquilli e chiudere bene l'anno perchè mancano due partite. In questo momento non voglio sentire le scuse, non ci portano da nessuna parte. Dobbiamo metterci la faccia e andare avanti perchè il campionato è ancora lungo".

"SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

"SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

tutte le notizie di

Potresti esserti perso