Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Gattuso a Sky: “Eliminazione giusta, non si possono fare certi regali”

Rino Gattuso, allenatore del Milan (credits: GETTY images)

Ecco le dichiarazioni di Rino Gattuso, allenatore del Milan, al termine della partita di Europa League tra i rossoneri e l'Olympiacos

Edoardo Lavezzari

Intervistato da Sky Sport al termine di Olympiacos-Milan, il tecnico dei rossoneri Rino Gattuso ha commentato così dopo la sconfitta della sua squadra: "C'è delusione, bisogna capire che ci sono milioni di tifosi. Avevamo la partita in mano, poi possiamo parlare degli episodi, ma se crei otto palle gol e alla prima difficoltà fai tutti questi errori è giusto andare a casa. Dobbiamo usare la testa per portare le partite dove vogliamo e non siamo capaci, la partita l'abbiamo regalata. Poi guardiamo gli arbitri, ok, ma prima guardiamo a casa nostra, non puoi creare otto palle gol e non segnare, è giusto andare a casa, dobbiamo migliorare su questo aspetto".

La personalità: "Abbiamo fatto quello che dovevamo fare, ma abbiamo regalato la partita, li abbiamo fatti entrare in partita. E' una questione di mentalità e di esperienza. Cutrone e Higuain? Serve il veleno, anche Calhanoglu e Castillejo non hanno avuto la giusta convinzione. Arriviamo sotto porta, ma ci manca il veleno ed è questo che pesa. Abbiamo regalato la partita, non ci sono scuse, ci mettiamo la faccia e ci prendiamo le nostre responsabilità. Poi possiamo parlare di tutto il resto, ma siamo noi che dobbiamo migliorare e lavorare".

L'arbitraggio: "Sicuramente ci ha penalizzato, ma guardiamo le cose per come sono andate. Oggi sembra che facciamo le cose senza voler far male agli avversari, oggi potevamo chiudere subito la partita eravamo in controllo, a parte che sui calci piazzati. Pensare di prendere tre gol in questo modo mi infastidisce, siamo più forti di questo Olympiacos, sono convinto di quello che dico".

La cattiveria: "Voi lo chiamate cuore, io ho veleno, è la stessa cosa. La tattica certe volte non conta nulla, conta il veleno e la furbizia. Alla prima caduta crolliamo, dobbiamo prendere ancora qualche legnata, dobbiamo migliorare da questo punto di vista. Sono incazzato nero, oggi potevamo essere più forti di tutti gli episodi e passare il turno lo stesso".

I gol presi in Europa: "Prima della dormita sull'angolo avevo la sensazione che ci stessero facendo il solletico, se poi però ti metti a regalare i gol...guardate qui, guardate che cosa abbiamo regalato sul primo gol. Divento pazzo su queste cose, perchè sto ore e ore a preparare i calci piazzati e va bene, vorrà dire che dovrò fare ancora di più. Vediamo se riesco a tirare fuori ancora più veleno, questa sconfitta non riesco veramente a digerirla".

Ripartire: "Dobbiamo essere bravi, non fare le vittime e analizzare quello che è successo. Capire perchè siamo usciti, perchè la squadra ha fatto quello che doveva fare eppure ha preso tre gol e se non siamo una squadra è per questo motivo, per queste ingenuità, perchè non siamo sul pezzo. Non deve essere una scusante, ma uno stimolo a migliorare ancora di più, anche se questa sconfitta brucia".

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

tutte le notizie di

Potresti esserti perso