Difesa, tra emergenza ed esperimenti: Gattuso cerca una soluzione

Rino Gattuso è ottimista sul recupero degli infortunati, ma nel frattempo dovrà fare di necessità virtù, già a partire da Lazio-Milan di domani sera

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Domani, per il Milan, sarà emergenza totale in difesa, con Rino Gattuso che sarà quasi certamente costretto a schierare la difesa a tre, anche se oggi, in conferenza stampa, ha parlato di un’ipotesi di difesa a 4, con Stefan Simic che: “Avrà la sua possibilità. Forse anche domani. Abbiamo provato la difesa a tre, ma anche la difesa a quattro. Ci sono 9 partite, abbiamo questo giocatore e dobbiamo metterlo nelle condizioni di fare bene”. Gattuso, quindi, si tiene aperta ogni possibilità, ma non solo per domani, anche per i prossimi impegni. Domani infatti inizia un ciclo che vedrà il Milan impegnato praticamente ogni tre giorni tra Serie A ed Europa League e in entrambe le competizioni, il “Diavolo” non potrà permettersi il lusso di sbagliare o rilassarsi, per questioni di classifica.

Ecco allora che il ricorso al difensore classe ’95 diventa più che un’ipotesi, ma senza dimenticare i possibili “rinforzi dall’infermeria”. Per Romagnoli si è sempre parlato di un mese di stop, il doppio invece per Musacchio, ma oggi Gattuso ha leggermente cambiato le carte in tavola: “E’ una mia idea, ma parlando con i giocatori, penso di recuperarli anche tra due-tre settimane”. Se fosse vero sarebbe a dir poco una manna dal cielo per il “Diavolo”, basterebbe avere a disposizione anche solo uno dei due. La sensazione, però, è che in questo momento, nonostante l’emergenza assoluta, sia meglio fare le cose con calma, piuttosto che rischiare ricadute più pesanti.

Il Milan, è innegabile, ora non può permettersi passi falsi, ma bisogna ricordarsi che la stagione non finirà a fine dicembre, ma a fine maggio e anche il mercato, pur con gli inevitabili limiti che verranno imposti dalla UEFA, potrà dare una mano al “Diavolo”. Meglio allora rischiare un Simic o una difesa improvvisata in più, che il recupero di un giocatore ancora non al 100%. Domani, per iniziare, la Lazio sarà un banco di prova più che attendibile per verificare le ambizioni rossonere e la reale tenuta della difesa e più che gli uomini, conterà la capacità di stringere i denti e la voglia di gettare il cuore oltre l’ostacolo, a prescindere da chi scenderà in campo.

QUI INVECE LE PAROLE DI INZAGHI ALLA VIGILIA DI LAZIO-MILAN

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy