Milan a caccia di gol: la chiave rossonera resta Suso

Jesus Suso, che attraversa un momento di forma tutt’altro che scintillante, resta l’elemento più idoneo del Milan per mandare in rete gli attaccanti

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola ha evidenziato come, nel derby, il ‘Pistolero‘ polacco Krzysztof Piatek sia apparso decisamente troppo isolato e poco coinvolto nel gioco offensivo rossonero. Contro Milan Skriniar, poi, Piatek ha dimostrato di soffrire la fisicità del diretto marcatore, un po’ come gli era già accaduto in Coppa Italia contro Francesco Acerbi della Lazio. Ecco perché, in casa Milan, è tempo di studiare soluzioni per fare arrivare palloni ‘puliti’ al proprio, letale, centravanti.

Sotto la lente di ingrandimento, ha sottolineato dunque il quotidiano torinese, restano le prestazioni dell’esterno offensivo spagnolo Jesus Suso, che, nel 2019, sta facendo una fatica tremenda a fornire qualità al proprio gioco e rifornimenti ai compagni. Sembrano lontani anni luce i tempi in cui, con gol ed assist, Suso trascinava il Diavolo: unico guizzo offerto nel derby, il pallone gettato in area dal quale, in mischia, è scaturito il gol di Mateo Musacchio e null’altro.

Pochissimo per un calciatore sul quale il Milan tutto, ed in particolare il tecnico Gennaro Gattuso, fa totale affidamento: i 17 palloni toccati da Piatek nella stracittadina meneghina sono un segnale, eloquente, dell’involuzione di Suso, perché, sul campo, sembra più ‘viva’ l’intesa tra il polacco e Hakan Calhanoglu rispetto a quella con l’ex giocatore del Liverpool. Il numero 8 rossonero dovrà velocizzare il tempo delle sue giocate, sincronizzarsi con i movimenti di Piatek e fornirgli palloni giocabili.

Spetterà a Gattuso trovare la chiave di volta dell’attacco e, al contempo, a Suso di ritrovare sé stesso perché, alle sue spalle, scalpita Samu Castillejo, che, nel derby, ha dato vivacità alla manovra offensiva rossonera e messo in seria difficoltà Roberto Gagliardini e Marcelo Brozovic, con l’unica, grande ‘pecca’ del rigore causato per l’ingenuo sgambetto su Matteo Politano. ‘Tuttosport‘, però, ha ricordato anche come il Milan possa contare anche sull’apporto di Patrick Cutrone: entrato nella ripresa del derby, il numero 63 è andato ad un passo dal 3-3, ma la scivolata di Danilo D’Ambrosio glielo ha impedito.

Per servire al meglio Piatek e Cutrone, logicamente, dovranno innalzare il livello delle loro prestazioni anche Calhanoglu e Lucas Paqueta (magari, avvicinandolo alla porta, potrebbe rendere di più …), ma la chiave di volta della produzione offensiva, come da tre anni a questa parte, resta sempre Suso, chiamato ad un pronto riscatto. Altrimenti, a fine anno, potrebbe essere ceduto per far spazio ad un top player italiano: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy