Milan, ora lampeggiano tre spie: difesa, gioco e Piatek

Milan, ora lampeggiano tre spie: difesa, gioco e Piatek

La gara contro la Sampdoria dirà quanto profonde saranno le ferite che il derby ha procurato al Milan: intanto per Gattuso si accendono tre spie

di Alessio Roccio, @Roccio92

In casa Milan il derby perso contro l’Inter – il secondo in stagione – ha lasciato certamente qualche ferita. Una di queste è certamente legata al fattaccio che ha visto protagonisti Franck Kessiè e Lucas Biglia nel corso del match. I due si sono chiariti subito e hanno fatto mea culpa davanti alle telecamere nel post gara, ma è innegabile che un episodio simile possa sconvolgere gli equilibri dello spogliatoio. La gara contro la Sampdoria in programma tra due settimane dirà se le ferite della squadra di Rino Gattuso potranno essere velocemente rimarginate oppure no.

La classifica, tuttavia, non è per nulla compromessa dopo la sconfitta nella stracittadina di domenica sera. Il Milan resta con 4 lunghezze di vantaggio sulla Roma e 6 sulla coppia formata da Atalanta e Lazio, quest’ultimi con una gara da recuperare. Sul display della cabina di pilotaggio di Rino Gattuso – come riporta questa mattina ‘La Gazzetta dello Sport’ – si sono accese 3 spie.

DIFESA – La prima riguarda la retroguardia rossonera. Proprio il reparto che negli ultimi 10 turni si era dimostrato il migliore della Serie A, ha tradito le aspettative andando in crisi dopo appena 3 minuti di gioco. L’ultima volta che il Milan prese 3 reti in una gara di campionato fu quella di Napoli all’esordio stagionale. Rino più che sugli automatismi al rientro mercoledì dovrà martellare sull’atteggiamento perché dei titolari avrà a disposizione il solo Musacchio.

GIOCO – Il Milan non riesce più ad esprimere quella fluidità di gioco che aveva impressionato tra gennaio e febbraio. Inoltre, ancora una volta è andata in difficoltà contro una big: un solo punto conquistato in stagione contro le prime 3 del campionato. Se le gare contro Sassuolo e Chievo avevano preannunciato qualcosa, ora è vero e proprio allarme.

PIATEK – La terza spia che si è accesa dopo il derby è quella legata a Krzysztof Piatek. Del polacco non preoccupa tanto il fatto che non abbia segnato per la terza volta da titolare da quando veste la maglia del Milan, ma gli appena 17 palloni toccati nell’arco della partita. Ancora una volta sono mancati i rifornimenti da parte dei compagni del tridente – Suso in particolare – lasciando l’ex Genoa troppo isolato contro la difesa avversaria. Intanto, venerdì è in programma un’amichevole a Milanello: ecco contro chi giocheranno i rossoneri>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy