Milan, con Elliott al comando Maldini ed Albertini in società

Paolo Maldini e Demetrio Albertini potrebbero essere chiamati al rientro nel club rossonero, stavolta in veste dirigenziale: le motivazioni della scelta

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Secondo quanto riportato dalle edizione odierne di ‘Tuttosport’ e del ‘Corriere dello Sport – Stadio’, potrebbe esserci la concreta possibilità che, qualora Yonghong Li non restituisca al fondo Elliott Management Corporation i 32 milioni di euro anticipati per completare l’aumento di capitale, la realtà di Paul Singer diventi proprietaria e gestore del Milan.

Elliott, a quel punto, metterebbe sì in vendita il club rossonero, però, naturalmente, potrebbe andare incontro ad un periodo di reggenza e non sarebbe così scontata un’immediata, nuova cessione del Milan ad altro imprenditore. Ipotesi più probabile, sposata da entrambi i quotidiani sportivi, è che Elliott dapprima ristrutturi la società rossonera dall’interno per poi rivenderla in maniera più appetibile.

In questo caso, per il management, bisognerà prestare attenzione alle mosse del fondo americano, che sembrerebbe intenzionato a far ritornare nel Milan, sebbene questa volta in veste dirigenziale, sia Paolo Maldini (già contattato) sia Demetrio Albertini, voce cominciata a circolare in queste ultime ore. Sullo sfondo, intanto, Yonghong Li corre contro il tempo per vendere il Milan alle sue condizioni ed al miglior offerente: qui le ultime notizie da New York.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy