Donnarumma, Suso, Romagnoli e Piatek: 4 moschettieri per la Champions

Sono i 4 giocatori più rappresentativi in casa Milan, ma nessuno di loro ha mai fatto una presenza in Champions: una motivazione in più per raggiungerla

di Alessio Roccio, @Roccio92

ULTIME MILAN – I motivi per cui una squadra voglia raggiungere un ambizioso traguardo come quello della Champions League – anche solamente parteciparvi – sono tanti, ma il Milan ne ha addirittura alcuni in più. Sbarcare nell’Europa che conta significherebbe colmare il vuoto sportivo e allo stesso tempo riempire le casse societarie, impedendo così grandi sacrifici sul mercato, come ad esempio la cessione di uno dei big in rosa.

I giocatori più rappresentativi della squadra sono in questo momento 4: Donnarumma, Romagnoli, Suso e Piatek. E’ chiaro che tutti loro ambiscano a vestire la maglia del Milan, quando questo tornerà a sentire la musichetta della Champions League, anche perché tutti loro vivono un profondo paradosso a livello europeo. In 4, infatti, non arrivano a nemmeno una presenza in Champions League. Il portiere – il più giovane dei 3 – nonostante le 162 gare col Milan e le presenze in Nazionale contro selezioni molto blasonate, non ha mai sentito la pressione dei match di Champions e nemmeno il capitano che ha appena raggiunto le 150 presenze.

Se Kessie si potrebbe aggregare a questo gruppetto, ci sono dei giocatori presenti in rosa che la Champions l’hanno già giocata (anche per poche partite). Abate è il più esperto, dal momento che ha fatto parte dell’ultimo Milan versione Europa del 2014 (Atletico Madrid – Milan, ultimo match). Musacchio l’ha disputata con il Villarreal giocando match importanti contro Bayern Monaco e Manchester City. Anche Rodríguez vanta giù alcune presenze, essendo arrivato fino ai quarti di finale col Wolfsburg.

Anche Calhanoglu, Borini e Bakayoko l’hanno disputata. Quest’ultimo, in particolare, è stato protagonista della grande cavalcata col Monaco nel 2017: eliminato in semifinale contro la Juventus. Nessuno di loro ha un futuro rossonero garantito, sia in caso di arrivo al quarto posto sia che manchi definitivamente l’aggancio all’Atalanta. Oggi se ne saprà di più. Il Milan, intanto, non molla Everton: continua a leggere>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy