Brocchi, il retroscena: Berlusconi ci ha riprovato, il tecnico ha detto no

Ieri Silvio Berlusconi aveva provato a trattenere Cristian Brocchi al Milan, ma l’allenatore ha rifiutato, avendo dato la parola al Brescia

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Silvio Berlusconi, fino all’ultimo, ha provato a trattenere Cristian Brocchi sulla panchina del Milan. Lo ha rivelato questa mattina ‘La Gazzetta dello Sport’, spiegando come, quelle che in realtà avrebbero dovuto essere due chiacchiere tra persone che si stimano, si siano tramutate nell’estremo tentativo del Presidente di convincere Brocchi a non legarsi ad altre società, di aspettare, di continuare a considerare il Milan una priorità e, soprattutto, di fidarsi di lui e della sua influenza anche presso la cordata cinese che sta per subentrare al comando del club di Via Aldo Rossi. Brocchi, che per la ‘rosea’ è rimasto un po’ spiazzato, ha comunque rifiutato la proposta, con dignità, perché, nonostante la fiducia del patron riteneva non ci fossero le condizioni per lavorare in pace. Il tecnico, tra l’altro, ha già dato la sua parola al Brescia, e non ha voluto tornare sulle proprie decisioni, mantenendo fede all’accordo verbale con le ‘Rondinelle’, per altro gemellate con il Milan. A Brescia, Brocchi si porterà il suo staff: il vice Alessandro Lazzarini, il collaboratore Andrea Pecciarini, il preparatore atletico Pietro Lietti. Per allargare lo staff, Brocchi ha accettato di guadagnare di meno (140mila euro a stagione) rispetto al suo predecessore, Roberto Boscaglia (160mila).

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Calciomercato – Calabria, sì al Cagliari. Ma c’è l’incognita De Sciglio

Berlusconi rivela: “Mi dispiace tantissimo lasciare il Milan”

Galliani su Montella: “Crediamo di aver fatto una buona scelta”

Montella si prende il Milan

Milan, definita la cessione: ai cinesi l’80% delle quote societarie

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Sulla nostra nuova ‘App’

Recupera Password

accettazione privacy