Ranieri: “Mi auguro che Giampaolo trovi soluzioni idonee per il Milan”

Ranieri: “Mi auguro che Giampaolo trovi soluzioni idonee per il Milan”

Claudio Ranieri, ex tecnico di Juventus, Inter e Roma (tra le altre) è segnalato come uno dei papabili sostituti di Marco Giampaolo in rossonero

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – Accostato, in queste ore, alla panchina del Milan come possibile sostituto di Marco Giampaolo in caso di esonero del tecnico abruzzese, Claudio Ranieri, romano, ex allenatore, tra le altre, di Juventus, Inter e Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni a tal proposito ai microfoni di ‘Radio Anch’Io Sport‘.

“Vorrei che Giampaolo possa continuare a far vedere le sue qualità. Lo stimo tantissimo e  mi auguro riesca a trovare le situazioni idonee per il Milan – le parole, di conforto, di Ranieri nei confronti del collega -. I giovani vanno guidati, non è una cosa facile. Nel momento in cui firmi vai pieno di entusiasmo e poi ti ritrovi con difficoltà e devi venirne fuori. E’ quello che auguro a Giampaolo”.

Ranieri ha quindi proseguito parlando della situazione: “Io un allenatore senza panchina? Uno si riposa poi quando vieni chiamato cambia la tua vita. Io sono contento della carriera che sto facendo, va bene così. Futuro in Italia o all’estero? Da quando tanti anni fa sono andato in Spagna, ormai mi sono sentito un allenatore europeo. L’importante è che ci sia un buon progetto”.

Sulla possibilità che Massimiliano Allegri vada ad allenare in Premier League, laddove lui ha vinto un campionato con il Leicester City nel 2016, Ranieri ha detto: “È talmente esperto e conosciuto in tutto il mondo che non avrebbe difficoltà a capire la mentalità del calcio inglese. Un’esperienza all’estero apre nuovi orizzonti, nuove idee e fa capire tante cose”.

Ranieri ha poi analizzato altri temi del calcio italiano: “La Juventus sta sempre lì, ma ci sono altre squadre che stanno lottando, come l’Inter di Antonio ConteL’Atalanta si sta confermando, il Napoli ha perso con il Cagliari e non era preventivato. Conte e Maurizio Sarri? Si intravede il lavoro dei due tecnici. Quello di Sarri è un lavoro un pochettino diverso, Miralem Pjanic sta toccando tutti quei palloni che vuole Sarri. Mi auguro che il Napoli sia la terza squadra che lotterà per lo Scudetto. Roma? Mi sembra che Paulo Fonseca stia facendo il suo lavoro, ora si copre di più la profondità. La sua filosofia sta venendo fuori, i giocatori sono contenti e mi è sembrata una scelta positiva. Mio addio? Era già concordato all’inizio, sapevo che sarei andato via. Per me non è stato un epilogo brutto, lo è stato sicuramente per Daniele De Rossi e per Francesco Totti“.

Sui giovani che si stanno mettendo in luce in Serie A, Ranieri ha dichiarato: Sandro Tonali come Andrea Pirlo? Non lo so. Pirlo è diventato Pirlo con gli anni, Tonali è un predestinato, quando lo sei hai subito dei carichi pesanti sulle spalle. Mi auguro che abbia un carattere forte perché arriveranno momenti difficili. Ci sono dei cicli, stiamo tornando ad avere buoni giocatori. Ora aspettiamo i campioni come Roberto Baggio, Alessandro Del Piero, lo stesso Totti. Pian piano stiamo ritornando in auge. Stefano Sensi? Mi ha sorpreso per la tranquillità con la quale gioca”.

Chiosa su Franck Ribéry: “Mi ha sorpreso. Dico che è uno dei più grandi acquisti fatti in Italia. Vincenzo Montella sta facendo un gran lavoro, complimenti a lui e a chi ha scelto Ribéry”. Ieri sera il francese decisivo nella vittoria della Fiorentina in casa del Milan: per le sue dichiarazioni a fine partita, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy