Milan beffato: anche l’attesa della sentenza UEFA è un danno

In attesa di conoscere la decisione della UEFA e il proprio destino il Milan non può programmare la prossima stagione al meglio

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Il Napoli ieri ha ufficializzato Carlo Ancelotti e nelle prossime ore dovrebbe fare altrettanto con Arturo Vidal. La Juventus farò lo stesso, nel giro di pochi giorni, con Emre Can, giusto il tempo di chiudere la stagione del Liverpool. L’Inter, invece, oggi ha dato il benvenuto a Lautaro Martinez e l’elenco potrebbe andare avanti a lungo. Molte squadre, infatti, hanno già iniziato a muoversi in maniera decisa sul mercato in vista della prossima stagione, complice anche la nuova fine del mercato: che chiuderà con due settimane di anticipo rispetto al solito.

Il Milan, invece, è fermo al palo e non potrebbe essere altrimenti in attesa della decisione che la commissione UEFA prenderà per la violazione del fair play finanziario. Dall’esclusione dalle Coppe, alle multe, fino a un parziale blocco del mercato: sono molteplici le sanzioni a cui potrebbero andare incontro i rossoneri e in questo scenario di incertezza assoluta il mercato non può che fermarsi. E così anche gli affari che sembrano già chiusi come l’approdo a Milanello di Reina e Strinic a parametro zero, dovranno attendere e chissà che non sfumino clamorosamente. Un discorso, questo, che vale anche per i giocatori in uscita: senza fare acquisti, difficilmente potranno partire i giocatori in esubero, o quelli che comunque non rientrano nei piani di tecnico e squadra. Per questo, quest’attesa snervante, è già di per sé una punizione da parte della UEFA per il club di via Aldo Rossi.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, la stampa impietosa: “Aria di grande fuga”

Il Milan e le restrizioni sul mercato: unica certezza, i parametri zero

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy