MILAN NEWS

Milan, Ambrosini: “Kalulu mi piace. Infortuni? Facciamo chiarezza”

Massimo Ambrosini, ex centrocampista AC Milan  (credits: Getty images)

Massimo Ambrosini, ex centrocampista del Milan, ha parlato della più stretta attualità ai microfoni dei colleghi di Radio Rossonera

Salvatore Cantone

Massimo Ambrosini, ex giocatore del Milan, è intervenuto ai microfoni di Radio Rossonera. Ambrosini ha parlato della più stretta attualità dopo la vittoria contro il Genoa: "Kalulu? Mi piace, è un ragazzo che ha preso sicurezza strada facendo. Adesso gioca anche con un pizzico di incoscienza, segno di fiducia e autostima cresciuta. Lo preferisco quando fa il terzino, da centrale forse serve qualche lettura più complessa come direbbero gli allenatori. Ha anche la corsa e l’atletismo per fare quella fascia lì quindi lo vedo meglio lì".

Su Shevchenko: "Sheva mi è sembrato molto provato, i suoi giocatori fanno fatica. L’ho sentito prima che iniziasse quest’avventura ed era carico. Rimane secondo me convinto di vincere questa sfida ma la squadra è in difficoltà, inutile negarlo. Dovrà passare questo periodo e in più lo aspetta un calendario difficile, il Natale deve riuscire a limitare i danni in queste partite complicate. Se arriva a gennaio da vincitore del derby, acquistando 2/3 giocatori la prospettiva cambia".

Sugli infortuni del Milan: "Si gioca tanto, guardate cos’è successo ieri al Napoli, in un colpo solo hanno perso Insigne, Fabian Ruiz e Koulibaly. Può capitare, è sempre capitato, non sono cose nuove. Bisogna sempre far differenza tra problemi distorsivi e di contusione, che nulla hanno a che fare con partite ed allenamenti, e quelli muscolari. Fanno sempre parte del calcio ed è sempre più complicato gestirli. Milan Lab nacque su un’esigenza della società di dare una spiegazione a degli infortuni. Serviva a dare un minimo di gestione e controllo su quelle che erano le nostre condizioni atletiche. Ma anche una struttura preparata e attrezzata come Milan Lab, pur monitorando ogni giorno i giocatori, ovviamente non poteva evitare tutti gli infortuni"

Ambrosini su Bakayoko: "Si fa fatica a imporsi quando sei il quarto di quattro centrocampisti, se a Madrid avesse fatto quel goal magari si starebbe parlando di tutt’altro. Sicuramente è più in difficoltà, è un più indietro fisicamente rispetto agli altri tre. Avere in rosa come quarto centrocampista Bakayoko è comunque un’ottima cosa".

Su Milan-Liverpool: "Sarà molto bella e divertente, il Milan si è conquistato il diritto di essere vivo viste le prestazioni precedenti. Hanno sbagliato solo la partita di Oporto e parte della partita con il Porto in casa. Hanno giocato sempre e ovunque nonostante anche quei 40 minuti iniziali di sofferenza a Liverpool. Per il resto sono andati a testa alta ovunque e la partita decisiva a San Siro con il Liverpool è un premio anche per gli anni trascorsi. Il Liverpool è tornato a essere vicino a essere la squadra più forte del mondo, City e Bayern sono ancora avanti secondo me".

 

 

tutte le notizie di