Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, tutti gli sponsor di maglia: dai Jeans Pooh a Emirates e Puma

La storia degli sponsor tecnici e di maglia del Milan: tutte le sponsorizzazioni, anno per anno, stagione per stagione. I marchi storici, i campioni, i trofei

Redazione

Nella oltre centenaria storia del Milan, i colori sono rimasti sempre gli stessi, il rosso e il nero, tenendo fede alla famosa frase di Herbert Kilpin, fondatore e capitano del Milan Footballand Cricket Club:

Rosso come il fuoco, nero come la paura che incuteremo nei nostri avversari

Inizialmente, quindi, le maglie prevedevano soltanto strisce verticali con questi due colori, nessun numero sulla schiena, nessuno sponsor. L'unica eccezione era lo stemma cucito a mano sulla maglia con croce rossa su sfondo bianco, simbolo di Milano e implicito richiamo all'Inghilterra, patria del football e del fondatore inglese Kilpin.

La situazione rimase pressochè immutata dal 1899 (data di nascita del Milan) al 1939, quando le casacche rossonere ospitarono per la prima volta i numeri di maglia, rigorosamente dall'1 all'11, senza personalismi o eccezioni. Oltre, non si andava, perchè non c'erano panchinari o persone pronte a subentrare. E' qui che nacque il mito della '10', la maglia dei fantasisti e della '9', quella dei bomber.

Un'altra data storica è il 1978. Da lì a tre anni i rossoneri rivoluzionarono la maglia: prima compare il logo Adidas sul petto, a destra. E' il primo, storico sponsor tecnico del Milan. L’anno dopo arriva lo scudetto, il decimo, con lo stemma tricolore sul petto. Quindi nel stagione successiva, quella 1981-82, compare il primo sponsor di maglia: saranno i jeans Pooh. Seguiranno poi tante altre partenership e sponsorizzazioni. Nell'ordine: Hitachi, Cuore, Retequattro, Oscar Mondadori, Fotorex U-bix, Mediolanum, Motta, Opel e Bet And Win).

In particolare, fu Bwin - tra gli operatori di scommesse online piu vecchi in Italia- a suscitare qualche polemica. Fu infatti uno dei primi bookmaker a lanciare una piattaforma per le scommesse online, in un periodo in cui erano ancora diffusissime le agenzie di scommesse fisiche (Per maggiori informazioni sulle differenze tra agenzie fisiche e bookmaker per le scommesse online, vi invitiamo a leggere questa pagina)

 TUTTI GLI SPONSOR DI MAGLIA

1981-82

Pooh Jeans

1982-83

Hitachi

1983-84

Cuore

1984-85

ReteQuattro e Oscar

1985-96 e 1986-87

Fotorex U-Bix

Dal 1987-88 al 1991/92

Mediolanum

Dal 1992-93 al 1993-94

Motta

Dal 1994-95 al 2005-06

Opel

Dal 2006/07 al 2009-10

BWin

Dal 2010 ad oggi

Fly Emirates

TUTTI GLI SPONSOR TECNICI

1899-1978

nessuno sponsor

1978-1980

Adidas

1980-1982

Linea Milan

1982-1984

Ennedue

1984-1985

Rolly Go

1985-1986

Gianni Rivera

1986-1990

Kappa

1990-1993

Adidas

1993-1998

Lotto

1998-2017

Adidas

2018-2023

Puma

IL FASCINO DELLE MAGLIE VINTAGE DA COLLEZIONE

Nel tempo la maglia del Milan è diventata un prezioso cimelio da collezione, per mille motivi. Per la diversa larghezza delle strisce (negli anni Quaranta vennero introdotte strisce più larghe) per il diverso look della casacca (a girocollo oppure con collo a "V" nero, per esempio), per la presenza dei lacci a chiudere la divisa oppure per il colletto, a volte presente, a volte inesistente. Poi i diversi sponsor, tecnici e di maglia, i numeri, le personalizzazioni. I loghi, dello scudetto prima, le stelle e la Champions poi. Quindi il colore della maglia (classica rossonera o quella bianca portafortuna delle notti europee?) e la possibile scelta tra Prima Maglia, Seconda o Terza (alcune davvero stravaganti e cromaticamente diverse dal classico rossonero o total white). Infine, due discriminanti decisive per ogni tifoso: i trofei conquistati (la maglia della stella, della vittoria in Champions League ecc) e dei grandi campioni (Rivera, Baresi, Maldini, Van Basten, Gullit, Kakà, Shevchenko, Ibrahimovic ecc).

Ognuno ha la sua preferita e la sua collezione personale, tutte attingono alla sfera dei ricordi, non solo sportivi, ma anche personali, umani, affettivi. Il ricordo di una persona cara, di una trasferta, di un festeggiamento o un avvenimento particolare. C'è chi le compra per sè e chi per gli altri, il regalo perfetto. Perchè i presidenti e i giocatori passano, ma la maglia del Milan resta e non passa mai di moda. Supera tutto, anche i periodi bui e senza vittorie. Ecco perchè la maglia del Milan è ambita ancora adesso che i risultati sportivi sono più lontani.

SPONSOR E SOLDI

Ma è anche attraverso gli sponsor di maglia che si può rinascere. Un buon accordo dà stabilità economica, è la base da cui partire e fa da traino anche per tutti gli altri. Il Milan oggi punta su Puma, ma Ivan Gazidis, stabilitosi a dicembre 2018 come amministratore delegato rossonero, punta ad accelerare sul piano commerciale. Ecco perchè il contratto potrebbe essere rivisto, mentre nuove sponsorizzazioni potrebbero entrare, come quella relativa a un marchio automobilistico che - dopo l'uscita di scena di Audi sotto la gestione cinese - ancora manca. Il Milan ci sta lavorando concretamente.

Gazidis, che ha fatto esplodere i ricavi commerciali dell'Arsenal quando ne era CEO, sa come si fa. Ha contatti e capacità. Sta ampliando la struttura marketing e presto ci saranno novità. In attesa dei risultati sportivi, perchè - come ha più volte sottolineato il presidente del Milan Scaroni- le due cose vanno di pari passo.

"SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

"SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

tutte le notizie di

Potresti esserti perso