Milan, Rebic può scalare presto posizioni: Pioli punta su di lui

Milan, Rebic può scalare presto posizioni: Pioli punta su di lui

Ante Rebic è un giocatore che Stefano Pioli ha già allenato e che stima molto. Il croato in rampa di lancio già contro la Roma?

di Renato Panno, @PannoRenato

ULTIME NEWS MILAN – Un buon esordio, un buon Milan quello che si è visto contro il Lecce nonostante il pareggio arrivato nei minuti finali. C’è ancora molto da lavorare per Stefano Pioli che deve smussare i soliti errori che la squadra ripete nel corso di tutte le partite. I rossoneri hanno dimostrato di aver fatto un passo avanti, ma che sono anche una squadra incredibilmente fragile. La squadra di Fabio Liverani, appena ha aumentato un po’ i giri del motore, ha messo alle corde un Milan impaurito e scarico fisicamente. Pioli deve lavorare sulla testa dei giocatori, ma dopo una sola settimana di lavoro ha dimostrato di poter fare bene.

Problemi psicologici a parte, c’è anche da lavorare dal punto di vista tattico. Il Milan visto nella prima parte del match ha messo in pratica molte delle novità introdotte da Stefano Pioli ma non ha funzionato sulla parte destra del campo, dove Andrea Conti e Jesus Suso hanno deluso le attese. Soprattutto su quest’ultimo si è scagliata l’ira dei tifosi sui social con il lancio dell’hashtag #SusoOut che non ammette interpretazioni. Pioli sta pensando a qualche cambio già per la gara contro la Roma, e a prendere il posto dello spagnolo, potrebbe candidarsi Ante Rebic.

Il croato, come ammesso dallo stesso Pioli in conferenza stampa, è un giocatore completamente diverso da quello acerbo allenato da lui ai tempi della Fiorentina. Il tecnico rossonero ha mostrato subito grande considerazione nei suoi confronti, mettendolo in ballottaggio con Hakan Calhanoglu fino a pochi minuti del match contro il Lecce. Il turco l’ha spuntata ma Rebic ha fatto il suo ingresso in campo nei minuti finali per cercare di spaccare la partita. Perché queste sono le qualità che Pioli gli ha riconosciuto: velocità, tecnica, fisicità e capacità di ‘strappare’ le partite più complicate. Il suo ingresso contro i giallorossi non ha sortito l’effetto desiderato, ma Rebic è ritornato in auge dopo un avvio difficile con Marco Giampaolo. Già contro la Roma potrebbe avere dunque una possibilità di concretizzare le aspettative nei suoi confronti: Rebic al posto di Suso? Le possibilità di questo cambio rimangono alte. Intanto Carlo Ancelotti ha parlato dei suoi successi ai tempi del Milan, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy