Piatek, il Milan migliora ma lui rimane fermo: una situazione paradossale

Piatek, il Milan migliora ma lui rimane fermo: una situazione paradossale

Krzysztof Piatek, attaccante del Milan classe 1995, continua a offrire prestazioni deludenti. Il Milan migliora ma lui sembra un corpo estraneo

di Renato Panno, @PannoRenato

ULTIME NEWS MILAN – Quattordici partite, tre gol. Il rendimento di Theo Hernandez? Non proprio. Il terzino rossonero ha dimostrato di essere forse l’acquisto più azzeccato dell’ultima campagna di calciomercato. Oltre a prestazioni di assoluto livello, il francese ha messo a segno delle reti fondamentali per il Milan, l’ultima delle quali ha permesso alla sua squadra di avere la meglio sul Parma per 1-0. C’è un particolare: il numero 19 ha fatto sì tre gol, ma in undici partite. Questi numeri appartengono invece, incredibilmente, a Krzysztof Piatek.

Impossibile pensare una cosa del genere alla fine del campionato scorso in cui il polacco ha realizzato 21 gol complessivi in campionato tra Genoa e Milan. Gennaro Gattuso lo aveva soprannominato ‘Robocop‘ per la sua capacità di isolarsi da tutto e di pensare ad una sola cosa: fare gol. Dopo l’addio di Gattuso, e con il conseguente arrivo di Marco Giampaolo, si pensava che Piatek potesse addirittura migliorare il suo score, grazie ad un tipo di calcio che potesse esaltarlo (vedi Quagliarella). E invece, a partire dal precampionato, il Pistolero si è dimostrato subito a corto di munizioni. Anche nelle partite ufficiali ha faticato e non poco e finora, sono solo tre i gol segnati.

Colpa della squadra che non offre i giusti rifornimenti? Non proprio. La squadra, dall’arrivo di Stefano Pioli, ha iniziato ad ingranare velocemente e a mettere in pratica un calcio dinamico fatto di pressing alto. I risultati sono mancati ma le prestazioni sono sempre state all’altezza. Piatek, invece, è sempre apparso un corpo estraneo in tutto questo, non riuscendo mai a fare i movimenti giusti né tantomeno a fare gol, eccetto nella partita contro il Lecce. Al momento sono sei le giornate consecutive in cui è a secco e tutto ciò è paradossale per uno come lui, che aveva abituato la piazza a ben altre performance. Bisogna svoltare subito perché il Milan ha bisogno di lui, di uno che ha dimostrato con i fatti di saper segnare in tutti i modi. Urge una ripresa, urge il miglior Piatek. E se dovesse arrivare Ibrahimovic? Il Milan potrebbe giocare così…continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter/// Instagram/// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy