Milan, il 2018 di Gattuso in 5 ‘perle’

Milan, il 2018 di Gattuso in 5 ‘perle’

Dalla battuta con la hostess svenuta in conferenza stampa all’invettiva contro il giornalista: il 2018 di Gennaro Gattuso attraverso 5 ‘perle’

di Alessio Roccio, @Roccio92

E ANCORA..

Se le altre ‘perle’ di Gattuso non vi sono piaciute, andiamo a ricordarne altre. Indimenticabile la sua risposta a Matteo Salvini – Ministro degli Interni – subito dopo il match pareggiato a Roma 1-1 contro la Lazio allo scadere. La critica era rivolta alle mancate sostituzioni del tecnico. “Pensi alla politica perché con tutti i problemi che abbiamo nel nostro Paese, se il vicepremier parla di calcio significa che siamo messi male”. Poi i due si chiariranno qualche giorno più tardi.

Divertente anche il commento che Rino Gattuso riservò a Ronaldinho in conferenza stampa, il giorno in cui il brasiliano annunciò l’addio al calcio. “Era un ragazzo che si faceva volere bene da tutti. Era un campione, tra i 10 più forti al Mondo, poi aveva la dote di farsi amare. Non l’ho mai visto arrabbiato, rideva sempre e tante volte gli chiedevo che cazzo ci aveva da ridere”.

C’è  poi quella volta – a fine gennaio – in cui Rino fece imbarazzare Ilaria D’Amico in diretta. Il tema era il compleanno di Gigi Buffon, compagno della giornalista. Il tecnico del Milan chiese alla conduttrice se avesse fatto il regalo al portiere e poi le creò l’imbarazzo e le risate in studio chiedendole di dare un bacio con la lingua da parte sua all’ex capitano della Juventus.

QUI LE PREVISIONI PIU’ DISASTROSE DEL 2018: ECCO CHI HA SBAGLIATO DI PIU’!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy